headerphoto

Novità sugli appalti ULTIMI 30 GIORNI

  • ESCLUSIONE DEL PROMOTORE E DIRITTO DI PRELAZIONE (183.5)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’esercizio del diritto di prelazione presuppone, non solo giuridicamente, ma anche logicamente, che le due offerte siano tra loro suscettibili di confronto, e che quella del promotore non sia giudicata la migliore.
  • TASSATIVITÀ CAUSE DI ESCLUSIONE - SOPRALLUOGO PRELIMINARE SERVIZI DI LAVANOLO - OBBLIGO (83)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    È legittima la clausola con cui si prevede l'obbligo di sopralluogo dei locali in cui il servizio dovrà essere prestato, in quanto è finalizzato proprio ad una completa ed esaustiva conoscenza dello stato dei luoghi.
  • VALUTAZIONE DELLE GIUSTIFICAZIONI- AMPIO POTERE TECNICO-DISCREZIONALE DELLA STAZIONE APPALTANTE - SINDACABILE IN SEDE DI LEGITTIMITÀ SOLTANTO IN CASO DI MACROSCOPICHE ILLOGICITÀ
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La valutazione delle offerte tecniche costituisce espressione di un'ampia discrezionalità tecnica insindacabile se non affetta da macroscopici errori di fatto, da illogicità o da irragionevolezza manifesta.
  • ALBO GESTORI AMBIENTALI - FUNZIONI E RESPONSABILITA' DEL RESPONSABILE TECNICO
    PRASSI 
    SERVIZI AMBIENTE
    Pubblicate le prime disposizioni sui compiti e sulle responsabilità del responsabile tecnico relativamente alle categorie di iscrizione all’albo gestori ambientali per le quali l’incarico è svolto.
  • INTERPRETAZIONE DELLA LEX SPECIALIS DI GARA – STRETTA INTERPRETAZIONE CLAUSOLE DI ESCLUSIONE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Alla documentazione di gara deve essere data una interpretazione letterale e le clausole di esclusione non potranno essere oggetto di interpretazione estensiva o analogica.
  • CONSORZIO STABILE – NATURA GIURIDICA – DIFFERENZE RISPETTO A RTI (47.1)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’elemento essenziale per poter attribuire al consorzio la qualifica di consorzio stabile è il c.D. Elemento teleologico, ossia l’astratta idoneità del consorzio, esplicitamente consacrata nello statuto consortile, di operare con un’autonoma struttura di impresa, capace di eseguire, anche in proprio, ovvero senza l’ausilio necessario delle strutture imprenditoriali delle consorziate, le presentazioni previste nel contratto.
  • CONSORZIO STABILE – REQUISITI (45.2.C – 48)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Un operatore economico, privo della denominazione di consorzio stabile, privo di un’autonoma struttura di impresa, che condivide con le singole consorziate sia gli organi di rappresentanza, sia la sede sociale non può definirsi consorzio stabile.
  • COMMISSIONE DI GARA – DIRETTORE ESECUZIONE QUALE MEMBRO DELLA COMMISSIONE (77.4)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il direttore dell’esecuzione può far parte della commissione di gara: non incorre in alcuna causa di incompatibilità dei propri incarichi.
  • ISCRIZIONE ALBO GESTORI AMBIENTALI – REQUISITO DI PARTECIPAZIONE
    GIURISPRUDENZA 
    SERVIZI
    E’ legittima la richiesta di possesso dell’iscrizione all’albo dei gestori ambientali quale requisito di partecipazione e non di esecuzione.
  • COSTI MANODOPERA INFERIORI AI MINIMI SALARIALI – ESCLUSIONE DALLA GARA (95.10 - 97.5.D)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Le stazioni appaltanti, prima dell’aggiudicazione, hanno l’obbligo di controllare che i costi della manodopera rappresentati nell’offerta vincitrice non siano inferiori ai minimi salariali retributivi indicati nelle tabelle ministeriali. Laddove la verifica dia esito negativo, l’esclusione è legittima.
Pagina: 1 di 4

Quesiti ULTIMI 30 GIORNI

  • Obbligo indicazione terna subappaltatori
     
    Sì prega se possibile di avere una risposta celere. Procedura negoziata per lavori manutenzione stradale ordinaria e straordinaria.categoria OG3.IMPORTO lavori 240.000 €. A vostro parere dobbiamo prevedere nel disciplinare di gara la richiesta della terna di subappaltatori ?
  • costituzione raggruppamento
     
    In relazione a questa specifica gara tender 404 gara europea a procedura aperta per l'appalto del servizio di espurgo nelle aree di competenza del gruppo ...partecipiamo ad un lotto e non ci sono categorie principali o scorporabili vorremmo partecipare in RTI verticale con capogruppo impresa A che svolge il 45% del lavoro, impresa B 20%, impresa C 20%, impresa D 15%. Le imprese A,B e C hanno tutti i requisiti generali e di idoneità, l'impresa D manca un requisito di idoneità e possiede i requisiti generali e tecnici. Si può partecipare in ATI verticale? Grazie. Cordiali saluti.
  • Dichiarazione integrativa DGUE
     
    Spett.le Esperto buonasera, il quesito che vorrei sottoporLe oggi è il seguente: tenuto conto delle oggettive difficoltà nelle quali versano gli operatori economici al momento di rendere le dichiarazioni inerenti al possesso dei c.d. requisiti di carattere generale, dovuto alla presenza di un DGUE di non facile lettura, ancora incompleto e, inoltre, alla conseguente necessità di doverle effettuare su altri stampati/modulistica allo scopo predisposti dalle stazioni appaltanti, si chiede: non sarebbe utile/conveniente prevedere che il concorrente possa effettuare, su un apposito modello redatto dall'ente aggiudicatore e in aggiunta al citato DGUE, una dichiarazione di tipo omnicomprensivo sul rispetto dei requisiti dell’art. 80 del Codice, oltre che di quelli discendenti dalle altre disposizioni normative in materia di LL.PP.? Resta inteso che all’operatore economico sarebbe puntualmente segnalato che per egli ricorre l’obbligo tassativo di indicare tutte le fattispecie/situazioni di particolare rilevanza che attengono alla propria moralità professionale, così da permettere alla stazione appaltante di valutarne l’entità/esistenza/gravità ai fini dell’ammissione alla gara o, in un secondo momento di verifica, ai fini della formale aggiudicazione definitiva. Si segnala che sulla ammissibilità di dichiarazioni di natura generale/omnicomprensiva vi sono importanti pronunce giurisprudenziali: Consiglio di Stato, sez. V, 01.10.2015 n. 4583, Consiglio di Stato, sez. V, 15.10.2015 n. 4765, Consiglio di Stato, sez. III, 04.11.2015 n. 5041. La ringrazio per l’attenzione che Vorrà dedicare alla presente istanza. Cordiali Saluti Geom. Antonio Pani, Comune di Nuoro.
  • procedura negoziata senza previa pubblicazione bando
     
    Il nostro ente intende acquisire un'opera scultorea. Dato che sarebbe previsto all'art. 63 D. Lgs. 50/2016 la possibilità di tale affidamento, volevamo sapere se stante l'importo inferiore alle soglie di cui all'art. 35, è possibile un affidamento diretto ai sensi dell'art. 36 c. 2 lett. a D. Lgs. 50/2016.
  • Durc negativo aggiudicatario - esclusione
     
    Salve, Il mio Ente si trova in fase di stipula del contratto con un'impresa che ha partecipato ad una gara, il suo DURC non è regolare e la SOA è scaduta. Posso revocare l'aggiudicazione definitiva o la ditta ha la possibilità di regolarizzare la propria posizione?. In considerazione del fatto che sono passati tre anni dall'aggiudicazione definitiva, quindi sono stati superati i 18 mesi dalla facoltà di revoca, posso revocare lo stesso? Grazie
  • raggruppamento temporaneo di imprese di tipo verticale - condizioni
     
    Buongiorno. Questa Azienda ha indetto una procedura aperta di fornitura di beni. Non sono richiesti per la partecipazione requisiti di capacità economico-finanziaria e di capacità tecnico/professionali. Nella documentazione di gara è stata prevista la possibilità di concorrere anche da parte di RTI. Nella documentazione di gara non sono state individuate prestazioni principali e secondarie. E' possibile ammettere alla gara un RTI di tipo verticale?
  • Qualificazione appalti di valore superiore 150.000 euro - subappalto necessario
     
    Per manifestare l’interesse a partecipare ad una procedura negoziata ex lett. c), c. 2, art. 36, D.Lgs. 50/2016 è richiesto il possesso dell’attestazione SOA in OG3, classifica II (prevalente) oltre che dei requisiti di cui all’art. 90, DPR 207/2010 per lavori in OG1 (per circa 55.000,00 euro, corrispondenti a circa il 14% dell’importo posto a base d’asta). Si può manifestare l'interesse a partecipare come impresa singola in possesso della sola OG3, classifica II (o superiore) e dichiarando di riservarsi il subappalto per il 100% della OG1 a impresa idoneamente qualificata (ma non ancora identificata)?
  • Obbligo ricorso al mepa servizi progettazione
     
    ART. 36 D.LGS. 50/2016: 1. INCARICHI DI PROGETTAZIONE E DIREZIONE DEI LAVORI PER IMPORTI INFERIORI A € 40.000,00. 2. INCARICHI DI PROGETTAZIONE E DIREZIONE DEI LAVORI PER IMPORTO SUPERIORE A € 40.000,00 ED INFERIORE A € 100.000,00. PER L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI, PER GLI IMPORTI DI CUI SOPRA, E' OBBLIGATORIO PROCEDERE ALL'AFFIDAMENTO ATTRAVERSO IL MERCATO ELETTRICO?
Pagina: 1 di 1