headerphoto

Novità sugli appalti ULTIMI 30 GIORNI

  • RITARDO PAGAMENTI NELLE TRANSAZIONI COMMERCIALI - SAGGIO INTERESSE PRIMO SEMESTRE 2020
    NORMATIVA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il saggio degli interessi da applicare a favore del creditore nei casi di ritardo nei pagamenti nelle transazioni commerciali, dal 1° gennaio al 30 giugno 2020 è pari allo 0 per cento.
  • SUBAPPALTO – INCIDENZA MANODOPERA SUPERIORE AL 50% - ELEMENTO NON SUFFICIENTE (105.2)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’incidenza del costo della manodopera superiore al 50% non è elemento sufficiente per definire da solo la natura del contratto come subappalto, in quanto devono coesistere le due ipotesi previste dal comma 2 dell’art. 105.
  • ATTIVITA’ DI SUPPORTO AL RUP – APPALTO DI SERVIZI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Gli incarichi di supporto al r.U.P. Rientrano nella nozione di appalto di servizi, in quanto fattispecie che ricorre ogni qualvolta in capo al soggetto affidatario venga a prefigurarsi l’assunzione dell’organizzazione del rischio connesso, ivi compreso il risultato atteso dalla pubblica amministrazione.
  • RETTIFICA SOGLIA DI ANOMALIA – AMMESSA IN CASO ESCLUSIONE IMPRESE PRIVE DI REQUISITI (95.15)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La rettifica della soglia di anomalia derivante dall’illegittima ammissione di imprese prive dei requisiti di partecipazione alla gara deve quindi essere consentita alla stessa stazione appaltante avvedutasi di ciò.
  • PROVVEDIMENTO DI ESCLUSIONE – NON COMPETE ALLA COMMISSIONE DI GARA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il provvedimento di esclusione di un operatore economico da una procedura di gara non può essere adottato dalla commissione giudicatrice, ma rientra nella competenza della stazione appaltante.
  • RITENUTE APPALTI E SUBAPPALTI - PRIMI CHIARIMENTI AGENZIA ENTRATE
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L'agenzia delle entrate ha pubblicato i primi chiarimenti in merito alle ritenute e e compensazioni negli appalti di importo superiore a 200.000 euro.
  • DIFFERENZA TRA AVVALIMENTO OPERATIVO ED AVVALIMENTO DI GARANZIA.
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Distinzione tra avvalimento c.D. Tecnico od operativo e avvalimento c.D. Di garanzia - il c.D. Fatturato specifico va qualificato come requisito di carattere economico-finanziario e non risorsa tecnica
  • PRINCIPIO DI ROTAZIONE - RATIO – IDENTITA’ GESTORE E CONTRATTO – MEPA – APERTURA AL MERCATO (36)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il principio di rotazione non trova applicazione nell’ipotesi di gara aperta ovvero di una gara cui possono partecipare tutti gli operatori economici abilitati al mepa.
  • CHIARIMENTI RESTRITTIVI – MODIFICA REQUISITI PARTECIPAZIONE – NON LEGITTIMI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Non sono ammissibili i chiarimenti che restringono un requisito in origine delineato in senso più ampio, restringendo la platea dei potenziali concorrenti.
  • OPERE AGGIUNTIVE – SI APPLICANO SOLO AI LAVORI (95.14BIS)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI
    L’art. 95, comma 14-bis del d.Lgs. N. 50/2016 secondo il quale le stazioni appaltanti non possono attribuire alcun punteggio per l’offerta di opere aggiuntive, si applica solamente al settore dei lavori pubblici.
Pagina: 1 di 5

Quesiti ULTIMI 30 GIORNI

  • mancato obbligo Avcpass nelle gare telematiche
     
    Buongiorno, chiedo un vostro parere in merito al seguente quesito: la delibera ANAC 111/2012, che ha istituito il sistema AVCPASS, all'art. 9,comma 1-bis, ha previsto quanto segue: Per gli appalti di importo a base d’asta pari o superiore a € 40.000,00 svolti attraverso procedure interamente gestite con sistemi telematici, sistemi dinamici di acquisizione mercato elettronico, nonché per i settori speciali, il ricorso al sistema AVCPass per la verifica dei requisiti sarà regolamentato attraverso una successiva deliberazione dell’Autorità. Non ho notizia di una successiva deliberazione ANAC con cui siano state disciplinate queste ipotesi. Inoltre, dal 18.10.2018 le stazioni appaltanti sono obbligate a ricorrere a procedure di affidamento interamente gestite con sistemi telematici (ad es. Sintel). Quindi, ad oggi, in caso di procedura esperita su Sintel o su MEPA è obbligatorio il ricorso al sistema AVCPASS, richiamando l'art. 216, comma 13 del codice, in base al quale "Fino all'adozione del decreto di cui all'articolo 81, comma 2, le stazioni appaltanti e gli operatori economici utilizzano la banca dati AVCPass istituita presso l'ANAC", oppure è possibile procedere alla verifica dei requisiti anche al di fuori del sistema AVCPASS, rifacendosi a quanto previsto dalla Delibera ANAC 111/2012, all'art. 9, comma 1-bis succitato? Ringrazio per la cortese attenzione e saluto cordialmente.
  • quote nei raggruppamenti temporanei di imprese
     
    Con riferimento ad una gara per l' appalto di lavori pubblici potreste chiarire - magari con un esempio - la differenza tra quota di partecipazione e quota di esecuzione ? E' necessario che gli operatori specifichino già in fase di gara la quota di partecipazione al raggruppamento o è possibile che essi si limitino a dichiarare la quota di esecuzione ? Grazie per la risposta
  • raggruppamenti temporanei di imprese - quote
     
    Relativamente alle indicazioni sulla partecipazione dei raggruppamenti temporanei di concorrenti alle procedure di affidamento dei servizi di architettura ed ingegneria, il Bando tipo ANAC n.3, al punto 7.4 prevede che “[Se richiesto elenco di servizi di ingegneria e architettura] Nell’ipotesi di raggruppamento temporaneo orizzontale il requisito dell’elenco dei servizi di cui al precedente punto 7.3 lett. i) deve essere posseduto, nel complesso dal raggruppamento, sia dalla mandataria, in misura maggioritaria, sia dalle mandanti.” Tale disposizione sta creando al nostro ufficio dei dubbi in sede di qualificazione dei raggruppamenti come p.e. nel caso in cui si abbia un componente che copra comunque tutto l’importo di servizi previsto per una determinata Categoria e ID ma ci siano altri componenti indicati come svolgenti parte delle prestazioni per tale Categoria e ID senza apportare alcun requisito. Il raggruppamento si può ritenere ammesso oppure è necessario, chiedere con soccorso istruttorio, un minimo importo di qualificazione per la relativa Categoria e ID anche per tale componente, in base alla validità dell’assunto che ciascuno deve essere qualificato per la parte delle prestazioni che si impegna ad eseguire ? Si chiede, cortesemente, un Vs, parere in merito.
  • accordo quadro - importo
     
    Nel caso di accordo quadro per servizi di manutenzione del verde, si chiede se, il contratto da stipulare con l'appaltatore si debba considerare fino alla concorrenza dell'importo dei servizi posti a base di gara , oppure l'importo del contratto si deve riferire all'importo al netto del ribasso offerto in sede di gara. Ad esempio importo a base di gara 150.000,00 ribasso offerto 20%, l'importo dei servizi per l'accordo quadro potranno essere svolti fino alla concorrenza dei 150.000,00 , applicando il ribasso sull'elenco prezzi ai vari contratti applicativi, oppure l'importo totale dei servizi per l'accordo quadro saranno complessivamente pari ad euro 120.000,00?.
  • modifica contrattuale - recesso
     
    Si chiede come può essere trattata ai sensi dell'art. 106 D. Lgs. 50/2016 , una modifica contrattuale per un servizio in diminuzione per oltre il 50% rispetto al valore iniziale del contratto .
  • coincidenza rup - direttore lavori
     
    Oggetto – Responsabile Unico del Procedimento – Importo di Appalto – Importo di contratto – Coincidenza con la figura del Direttore dei Lavori. Spett.le xxx, premesso che la scrivente Società ha bandito nel corso del 2018 una gara per l’assegnazione dei lavori di manutenzione delle reti di acquedotto e fognatura per un importo a base di gara pari a euro 1.740.000, suddiviso in (otto) lotti di importo pari a euro 310.000 e 125.000, nominando il Direttore tecnico RUP. Alla data del 01/01/2020 è stato nominato Responsabile Unico del Procedimento il soggetto, in possesso delle richieste competenze professionali, cui è affidata la Direzione dei Lavori di ogni singolo lotto contrattuale. In considerazione delle vigenti disposizioni in materia (Linee Guida N.3 di attuazione del D.Lgs. 18/04/2016 N. 50) si richiede Vostro autorevole parere per conoscere se possano ravvisarsi cause di incompatibilità per la coincidenza tra DL e RUP in questa fase della procedura con riferimento all’importo di ogni singolo contratto (lotto) e non già in riferimento all’importo complessivo di appalto. Ringraziando anticipatamente per l’attenzione si porgono distinti saluti.
Pagina: 1 di 1