headerphoto

Novità sugli appalti ULTIMI 30 GIORNI

  • RTI VERTICALE – AMMISSIONE ALLA GARA – CONDIZIONE – INDIVIDUAZIONE NELLA LEX SPECIALIS DI PRESTAZIONI “PRINCIPALI” E “SECONDARIE”.
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E' possibile dar vita a raggruppamenti di tipo verticale (o, più correttamente, di ammetterli a una gara) solo laddove la stazione appaltante abbia preventivamente individuato negli atti di gara, con chiarezza, le prestazioni principali e quelle secondarie.
  • SETTORI SPECIALI - IMPRESA PUBBLICA - DISCIPLINA DEI SETTORI SPECIALI - IN BASE A CRITERI SIA SOGGETTIVI CHE OGGETTIVI, SULLA BASE DELLA RIFERIBILITÀ DEL SERVIZIO ALL’ATTIVITÀ SPECIALE (3.1.T-117)
    CORSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’assoggettabilità dell’affidamento di un servizio alla disciplina dettata per i settori speciali non può essere, quindi, desunta sulla base di un criterio solo soggettivo, relativo cioè al fatto che ad affidare l’appalto sia un ente operante nei settori speciali, ma anche in applicazione di un parametro di tipo oggettivo, attento alla riferibilità del servizio all’attività speciale
  • SOSTITUZIONE IMPRESA AUSILIARIA - EFFICACIA DELLA NORMA (89.3)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    E' ammessa la possibilità di sostituire, in pendenza di procedura, l’impresa ausiliaria che abbia perduto i requisiti di partecipazione.
  • OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA - MANCATA PREVISIONE DI SUB-PESI E SUB-PUNTEGGI PER CIASCUN CRITERIO DI VALUTAZIONE QUALITATIVA DELL’OFFERTA - NO INDETERMINATEZZA DEI CRITERI DI VALUTAZIONE MA ESPRESSIONE DI DISCREZIONALITÀ DELL’ENTE (95.8)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La scelta operata dall’amministrazione appaltante, in una procedura di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, relativamente ai criteri di valutazione delle offerte compreso il peso da attribuire a tali singoli elementi è espressione dell’ampia discrezionalità attribuitale dalla legge sindacabile in sede di legittimità solo allorché sia macroscopicamente illogica, irragionevole ed irrazionale.
  • CLAUSOLE MANIFESTAMENTE INCOMPRENSIBILI ANCHE SE NON ESCLUDENTI - ONERE DI IMMEDIATA IMPUGNAZIONE ANCHE PER CHI NON HA PRESENTATO DOMANDA PER PARTECIPARE ALLA PROCEDURA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’onere di immediata impugnazione delle previsioni della legge di gara non sorge solo per quelle in senso classico “escludenti”, che prevedono requisiti soggetti di partecipazione, ma anche quando vi sia la necessità di “contestare clausole…anche solo impositive, ai fini della partecipazione, di oneri manifestamente incomprensibili o sproporzionati per eccesso rispetto ai contenuti della procedura concorsuale, ovvero che rendano ingiustificatamente più difficoltosa, per i concorrenti, la partecipazione alla gara.
  • MANCATA PUBBLICITÀ DELLE SEDUTE DI GARA - VIZIO DELLA PROCEDURA – MANCATO RISPETTO DEI PRINCIPI DI IMPARZIALITÀ E DI BUON ANDAMENTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    In caso di gara per l'affidamento di un appalto pubblico, la mancata pubblicità delle sedute di gara costituisce di per sé un vizio della procedura senza che sia necessario provare un'effettiva manipolazione della documentazione prodotta dai concorrenti.
  • QUALIFICAZIONE - CATEGORIE SCORPORABILI - CARENZA DI QUALIFICAZIONE - POSSIBILITA’ DI UTILIZZARE LA QUALIFICAZIONE NELLA CATEGORIA PREVALENTE PER LA TOTALE COPERTURA DELL’IMPORTO DEI LAVORI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Un operatore economico non può qualificarsi con il possesso frazionato dei requisiti di certificazione nelle categorie non prevalenti, se non in quelle superspecialistiche.
  • OFFERTA ECONOMICA - SOCCORSO ISTRUTTORIO (83.9)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Legittima la conferma dell’aggiudicazione provvisoria a fronte di una offerta che non rientra in una ipotesi di incertezza assoluta, bensì di poca intellegibilità di quanto reso in lettere e a mano libera rispetto a quanto reso in numeri.
  • ACCETTAZIONE DELLE REGOLE DI PARTECIPAZIONE - NO ACQUIESCENZA IMPLICITA ALLE CLAUSOLE DEL PROCEDIMENTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Nelle gare pubbliche l'accettazione delle regole di partecipazione non comporta l'inoppugnabilità di clausole del bando regolanti la procedura che fossero, in ipotesi, ritenute illegittime.
  • AVVALIMENTO DI GARANZIA - INAMMISSIBILITÀ’ DI AVVALIMENTO MERAMENTE CARTOLARE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Nell'avvalimento di garanzia impegno della impresa ausiliaria a diventare un garante dell’impresa ausiliata sul versante economico-finanziario non può risultare nel contratto in modo generico e quale semplice formula di stile, ma deve essere in qualche modo determinato o, quantomeno, determinabile.
Pagina: 1 di 2

Quesiti ULTIMI 30 GIORNI

  • Obbligo ricorso al mepa
     
    Gentile Esperto il nostro Comune vorrebbe sottoscrivere un abbonamento triennale per un servizio online, presente nella vetrina del Mepa, che sulla piattaforma di Consip viene offerto dalla casa editrice ad un prezzo maggiorato del 10% rispetto a quello che ci viene proposto dal suo agente di zona nel caso in cui dovessimo optare per l'acquisto fuori dal MePA. Precisiamo che il costo complessivo dell'abbonamento è superiore ai mille euro e che, se anche volessimo acquistarlo per Trattativa Diretta sulla citata piattaforma, ci è stato anticipato che non otterremmo il risparmio sopra indicato. Le chiediamo pertanto se, alla luce di quanto suindicato, possa ritenersi legittima la procedura di acquisto del servizio in questione per via tradizionale anziché attraverso il MePA. La ringraziamo per il Suo contributo.
  • Raggruppamento temporaneo di imprese - quota maggioritaria di esecuzione
     
    Gentile esperto, In una procedura negoziata per l'affidamento di servizi di marketing un concorrente in RTI ha dichiarato che le prestazioni saranno eseguite dalla mandataria in misura percentuale inferiore a quelle che saranno eseguite dalla mandante (40% la mandataria e 60% la mandante). A suo parere, a mente dell'art. 83, ottavo comma, del Codice, che prescrive che la mandataria deve in ogni caso possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria, il RTI va escluso dalla gara o, attenendo le prestazioni alla fase dell'esecuzione, va soltanto avvertito che la ripartizione delle prestazioni dovrà essere modificata conformemente al dettato normativo in caso di aggiudicazione? Grazie
  • Costi manodopera ed anomalia dell'offerta
     
    Buongiorno, vorrei sapere se nel caso in cui sia stata applicata l'esclusione automatica ai sensi dell'art. 97, comma 8, del D.Lgs. 50/2016, vi sia comunque l'obbligo per la stazione appaltante di verificare, prima dell'aggiudicazione, che i costi della manodopera dichiarati dal potenziale aggiudicatario, non siano inferiori ai minimi salariali retributivi indicati nelle apposite tabelle ministeriali di cui all'art. 23,comma 16, del D.Lgs.50/2016. Grazie per la cortese attenzione.
  • Indicazioni costi di sicurezza
     
    Il quesito ha ad oggetto l'applicabilità dell'art. 95 , co. 10 D.Lgs. 2016, con riferimento ad una gara per l' affidamento in cloud del servizio del sistema informativo gestionale dell'amministrazione (di fatto tramite questo sistema, anzichè installare le singole licenze sui pc degli operatori, essi lavorano collegandosi ai server del fornitore ove verranno migrati tutti i dati). A nostro avviso si tratta di un servizio intellettuale che non prevede manodopera e pertanto non sussiste l'obbligo degli operatori di indicare oneri della sicurezza e costi della manodopera. Vorremmo avere un vostro parere in merito. Grazie
  • Subappalto nelle concessioni
     
    Con riferimento alle concessioni (nel nostro caso di servizi), il subappalto è disciplinato dall'art. 174. A vostro parere è tutto subappaltabile al 100% (come parrebbe non essendo richiamato il comma 2 dell'art. 105 del Codice) o è da ritenersi che l'eventuale subappalto non possa comunque superare il 30% dell'importo complessivo del contratto (in forza del rinvio di cui al comma 2 dell'art. 164)? Grazie
  • Verifica possesso requisiti generali in capo all'aggiudicatario
     
    Nel caso di affidamento di un servizio ad un professionista (architetto) di importo inferiore ad euro 1.000, per il quale non risulta regolarità contributiva, si richiede se è comunque possibile l'affidamento.
  • Svincolo garanzia definitiva in caso di proroga contrattuale
     
    In caso di contratto scaduto, ma ancora operativo perché in proroga, come ci si deve comportare se l'operatore economico esecutore dell'appalto chiede la restituzione (o dichiarazione di svincolo)della garanzia fideiussoria definitiva? Si deve esaudire la richiesta restituendo la cauzione definitiva oppure no in quanto il contratto è in proroga?.
  • Verifica anomalia offerta
     
    Buonasera, l'art.97 del nuovo Codice dei Contratti, diversamente da quanto stabilito dall'art.86 del D.Lgs. 163/2006, nulla dispone in merito al fatto che la verifica di congruità delle offerte NON debba essere effettuata se quelle pervenute sono in numero inferiore a cinque. Alla luce di quanto appena espresso si chiede cortesemente se sia obbligatorio, oppure preferibile ovvero auspicabile, attivare sempre la verifica di congruità delle proposte economiche pervenute (anche nel caso di unica offerta). A sommesso parere dello scrivente il controllo dovrebbe essere obbligatorio, alla luce del combinato disposto dei commi 1., 4. e, in particolare, del comma 5. del citato art. 97, laddove è contemplata la possibilità di sospettare un'offerta anormalmente bassa (ex lettere a),b),c) e d))dopo aver espresso un giudizio tecnico sulla congruità, serietà, sostenibilità e realizzabilità dell'offerta. Si ritiene, infatti, che non sia possibile esprimere un giudizio tecnico di congruità serio (comma 1.) senza interpellare puntualmente l'operatore economico con l’avvio, di fatto, di un sub procedimento di verifica della proposta economica. Ringrazio per la Cordiale Attenzione che sarà Vs. cura prestare alla presente istanza. Distinti Saluti.
  • Anomalia offerta - termine deposito giustificativi - obblighi comunicazione all'Anac
     
    Nel caso di omessa trasmissione delle spiegazioni a giustificazione di offerta anomala ai sensi dell'art. 97, comma 5, D.Lgs. 50/2016 si chiede quanto segue: - l'esclusione avviene in via automatica oppure occorrono ulteriori valutazioni da parte della stazione appaltante? - in ogni caso l'eventuale esclusione deve essere comunicata all'ANAC? cordiali saluti
  • DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2016, N.50 (DLGS.50/2016)
     
    Buongiorno. In relazione alla terna di subappaltatori da indicare ai sensi dell’art. 105, 6° co., D.Lgs 50/2016, si chiede se si possa considerare l’indicazione dei 3 nominativi come numero massimo, potendo il concorrente anche indicarne solo 1 o 2. Quanto sopra anche considerato che: - il ricorso al subappalto è una facoltà del concorrente e ben potrebbe scegliere di limitarla ad 1 o 2 imprese di fiducia; - il concorrente potrebbe non avere 3 imprese cui rivolgersi per le lavorazioni da subappaltare. Ringraziando anticipatamente per la risposta, cordiali saluti.
Pagina: 1 di 2