headerphoto

Novità sugli appalti di ottobre 2018

  • TERMINE PER L’IMPUGNAZIONE DEI PROVVEDIMENTI DI AMMISSIONE O DI ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA - NON È DIFFERITO DEL NUMERO DI GIORNI NECESSARI AD ACCEDERE AGLI ATTI DELLA PROCEDURA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il termine per l’impugnazione dei provvedimenti di ammissione o di esclusione dalla procedura non è differito del numero di giorni necessari ad accedere agli atti della procedura.
  • REGOLARITÀ FISCALE- DEFINITIVITÀ DELL’ACCERTAMENTO- NON RICORRE QUANDO LA DEFINIZIONE CONCRETA DEL RAPPORTO TRIBUTARIO È ANCORA ESPOSTA ALL’OPPUGNABILITÀ O ALLA NEGAZIONE GIUDIZIALE (80.4)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La regolarità fiscale delle imprese partecipanti ad appalti pubblici sussiste quando, alternativamente, a carico dell'impresa non risultino contestate violazioni tributarie mediante atti ormai definitivi per decorso del termine di impugnazione ovvero, in caso d'impugnazione, la relativa pronuncia giurisdizionale sia passata in giudicato.
  • SCUSABILITÀ DI ERRORI FORMALI ED OMISSIONI NELLE GARE TELEMATICHE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’utilizzo di gare interamente telematiche comporta la tracciabilità di tutte le operazioni e modifica anche l’approccio e la soluzione di eventuali errori/omissioni formali-procedimentali, che risultano pertanto tendenzialmente scusabili.
  • QUALIFICAZIONE – CATEGORIE A QUALIFICAZIONE OBBLIGATORIA
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’affidatario in possesso della qualificazione nella categoria di opere generali ovvero specializzate indicata come prevalente può eseguire direttamente tutte le lavorazioni di cui si compone l’opera anche se non è in possesso delle relative qualificazioni. Non possono essere eseguite direttamente dall’affidatario in possesso della qualificazione per la sola categoria prevalente, se privo delle relative adeguate qualificazioni, le lavorazioni di importo superiore ai limiti indicati dall’articolo 108, comma 3, del regolamento di cui al d.P.R. 5 maggio 2010, n. 207, relative alle categorie di opere generali individuate nell’allegato a al predetto decreto, nonché le categorie seguenti: os 2-a, os 2-b, os 3, os 4, os 5, os 8, os 10, os 11, os 12-a, os 13, os 14, os 18-a, os 18-b, os 20-a, os 20-b, os 21, os 24, os 25, os 28, os 30, os 33, os 34, os 35.
  • PROROGA TERMINI PRESENTAZIONE OFFERTE - MANCATA PUBBLICAZIONE AVVISO – VIOLAZIONE PAR CONDICIO (36.9)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Un corretto regime pubblicitario del prolungamento dei termini per il deposito delle offerte comunicato a tutte le concorrenti le avrebbe rese consapevoli della possibilità di adeguare e/o modificare entro la nuova scadenza le offerte già presentate. La mancanza di adeguata pubblicità comporta l’inefficacia della proroga dei termini e la necessità di escludere tutte le offerte pervenute dopo il termine originario previsto.
  • ISCRIZIONE ALBO GESTORI AMBIENTALI – REQUISITO DI IDONEITA’ PROFESSIONALE DI PARTECIPAZIONE NO DI ESECUZIONE
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Il requisito dell’iscrizione all’albo dei gestori ambientali va configurato quale requisito di partecipazione e va pertanto posseduto già alla scadenza del termine di presentazione delle offerte, non già al mero momento di assunzione del servizio.
  • SOCCORSO ISTRUTTORIO – MODIFICA RIPARTIZIONE QUOTE RTI – AMMESSO – NO MODIFICA SOGGETTIVA RTI (48.4 - 83.9)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Laddove le quote di esecuzione, nonostante la modifica di ripartizione intervenuta con il soccorso istruttorio (ammissibile), rimangano intatte nel loro complesso, non vi è modificazione soggettiva nella composizione del rti e pertanto trattasi di pratica assolutamente ammessa.
  • COMMISSARI DI GARA – COMPONENTI – INCOMPATIBILITA’ (77.4 – 77.11)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L'art. 77, comma 4, del codice dei contratti pubblici prevede l’incompatibilità, quale componente della commissione giudicatrice, di coloro che hanno svolto funzioni decisorie autonome nella predisposizione degli atti di gara. Tale incompatibilità si concretizza laddove possa venire oggettivamente messa in discussione la garanzia di imparzialità del soggetto, il che si verifica ove siano individuati quali commissari di gara soggetti che abbiano svolto incarichi come compiti di progettazione, di verifica della progettazione, di predisposizione della legge di gara e simili.
  • MANCATA SOTTOSCRIZIONE PROVVEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE - NULLITA'
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il provvedimento di aggiudicazione non sottoscritto dalla stazione appaltante è nullo ma può essere sostituito con un provvedimento nuovo emendato dei vizi.
  • ANOMALIA DELL’OFFERTA E COSTO DEL PERSONALE - DIFFERENZA TRA LAVORATORI DISABILI E SVANTAGGIATI (97)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Ai fini della giustificazione dell'anomalia dell'offerta con riferimento al costo del personale, il giudice di merito evidenzia la differenza tra la categoria dei disabili prevista ai fini degli sgravi fiscali e contribuitivi dall’art. 13 l. 68/99 e la più ristretta della categoria dei lavoratori svantaggiati di cui all’art. 4 l. 381/91.
Pagina: 1 di 15

Quesiti di ottobre 2018

  • Divieto avvalimento Sios
     
    Buongiorno, l’art. 89 del nuovo Codice dei Contratti in tema di avvalimento è stato recentemente modificato. In particolare, dal primo periodo del comma 11 che disciplina la non ammissibilità dell'avvalimento, infatti, è stata espunta la frase: “…oltre ai lavori prevalenti,…”, che puntualmente rendeva operante il divieto di avvalimento per le categorie scorporabili e altamente specializzate (SIOS) di importo superiore al 10% dell’ammontare complessivo dei lavori. Vista l’attuale ambigua/perfettibile formulazione del citato comma 11, si chiede, pertanto: - oggi il divieto di avvalimento riguarda anche l’eventuale categoria prevalente (talvolta l’unica oggetto di appalto), laddove la stessa sia, appunto, una SIOS? Nulla quaestio, sembrerebbe di intuire, per quanto attiene alle categorie scorporabili, che nel secondo periodo del citato comma 11, rimangono quelle per le quali: “E' considerato rilevante, ai fini della sussistenza dei presupposti di cui al primo periodo (avvalimento non ammesso), che il valore dell'opera superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori”. Ringrazio per la Cordiale Attenzione che sarà Vs. cura prestare alla presente istanza. Distinti Saluti. Il tecnico Geom. Antonio Pani - Comune di Nuoro.
  • verifica requisiti - grave illecito professionale
     
    E' stata indetta una gara di appalto con procedura aperta da aggiudicarsi secondo il criterio del prezzo più basso con esclusione automatica delle offerte anormalmente basse. Alla scadenza fissata per la ricezione sono pervenute n.206 offerte; nominata di conseguenza la Commissione di Gara è stata avviata la fase di valutazione delle offerte medesime. Nel corso dell’esame delle buste A, contenenti la documentazione amministrativa, per come appreso da vari quotidiani locali, i legali rappresentanti e/o direttori tecnici di n.3 partecipanti sono stati oggetto di misure restrittive della libertà personale (custodia cautelare in carcere e arresti domiciliari) nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura per la presunta commissione di reati commessi alla regolare esecuzione di procedure di appalto e altri reati contro la pubblica amministrazione. I suddetti operatori economici erano già stati ammessi al prosieguo della procedura di che trattasi essendo la documentazione amministrativa presentata conforme a quanto richiesto dal Bando e dal Disciplinare di Gara; purtuttavia la sottoposizione alle misure restrittive della libertà personale dei soggetti di che trattasi pone concreti dubbi in ordine alla necessità per la commissione di escludere i predetti operatori economici dalla procedura. Le ipotesi di reato contestate potrebbero infatti integrare la fattispecie prevista dall’art.80 comma 5 lett. C il quale prevede espressamente che “Le stazioni appaltanti escludono dalla partecipazione alla procedura d'appalto un operatore economico in una delle seguenti situazioni, anche riferita a un suo subappaltatore nei casi di cui all'articolo 105, comma 6, qualora: … omissis… c) la stazione appaltante dimostri con mezzi adeguati che l'operatore economico si è reso colpevole di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la sua integrità o affidabilità” . La commissione di gara terminata la fase di esame della documentazione amministrativa, prima dell’apertura della busta delle offerte economiche ad anche al fine di evitare che concorrenti –che in astratto potrebbero esclusi dal prosieguo della procedura- partecipino alla formazione delle medie di aggiudicazione, ha ritenuto di richiedere il presente parere consultivo sulla normativa finalizzato a conoscere la corretta applicazione al caso di specie della norma sopra citata. Tutto ciò premesso e considerato si chiede di conoscere se nel caso in cui la commissione di gara viene a conoscenza di misure restrittive della libertà personale nei confronti di un concorrente per la presunta commissione di reati commessi alla regolare esecuzione di procedure di appalto e altri reati contro la pubblica amministrazione si debba procedere all’esclusione dalla gara ai sensi dell’art. 80 comma 5 lett. C) del D.Lgs 50/2016
  • Autorizzazione al subappalto
     
    Si chiede se può essere considerato autorizzato un subappalto senza che sia stato approvato con apposito atto come previsto dal D. lgs. 50/2016 e senza alcuna comunicazione di autorizzazione all'appaltatore in tal senso.
  • Possesso certificazione di qualità in caso di raggruppamento temporaneo di imprese
     
    Buongiorno, ho un appalto di lavori per classifica 3°. Nel caso partecipino in raggruppamento imprese con classifica inferiore alla 3° ... devo chiedere la dimostrazione del possesso della certificazione ISO per queste? grazie per il riscontro
  • gara telematica - non è necessaria la seduta pubblica
     
    Gentile Esperto L’incremento delle piattaforme telematiche per l’effettuazione delle procedure di gara, anche alla luce dell’obbligo disposto dall’art. 40 comma 2 del Decreto Legislativo 18.04.2016 n. 50 e s.m.i., pone alcuni interrogativi circa la corrispondenza tra le fasi infraprocedimentali con quanto stabilito dalla vigente normativa in materia di trasparenza e pubblicità delle sedute. A tale proposito le chiedo cortesemente un Suo parere, vista anche l’iniziale incertezza della giurisprudenza, in merito all’obbligo di effettuare sedute pubbliche (di ammissione, di apertura della documentazione tecnica e di apertura delle buste contenenti le offerte economiche) alla presenza “fisica” dei rappresentanti degli operatori economici partecipanti oppure se possa essere sufficiente, proprio in ragione della garanzia di immodificabilità delle offerte e dei file derivante dall’utilizzo di dispositivi telematici, l’effettuazione di sedute pubbliche “virtuali” dei vari organismi coinvolti, seggio di gara e commissione giudicatrice, la cui data sia preventivamente notificata ai concorrenti ma senza la loro effettiva presenza. Grazie e cordiali saluti.
  • Sistema alleggerito - contratto misto - modalità di affidamento
     
    Gara per l'affidamento di un servizio rientrante nel settore dei servizi social nella quale si prevede che l'affidatario del servizio si occupi anche del trasporto degli utenti dalle loro case al centro dove si svolgono le riunioni. Si chiede se con riferimento all'attività di trasporto sia necessario prevedere uno (o più) specifico requisito di idoneità professionale in capo ai concorrenti o se invece sia sufficiente prevedere dei requisiti di esecuzione in base al quale l'affidatario nel caso in cui intenda eseguire il servizio di trasporto in proprio svolga il medesimo utilizzando personale abilitato ad effettuare trasporto su strada e mezzi idonei. Si ringrazia per la cortese risposta.
  • lavori in economia - contabilizzazione
     
    Alle ore di manodopera per lavoretti in economia difficilmente quantificabili a misura (es. manutenzione serramenti, siliconatura finestre, riprese puntuali di intonaco) ma ricomprese nel computo dei lavori e nell' elenco prezzi a base di gara (e non quindi economie ricomprese nel quadro economico ai sensi art. 16 comma 1 lett. B1 del DPR 207/2010 lavori in economia previsti in progetto e esclusi dall'appalto) è corretto, oppure no applicare il ribasso d'asta nella contabilizzazione dei lavori?
  • Qualificazione e subappalto
     
    Egregio esperto espongo quanto segue: in una procedura di gara così strutturata Categoria OG1 classe III Edifici Civili ed industriali (importo € 850.000,00) Categoria OS3 classe I Impianti idrico-sanitario (importo € 160.000,00) è corretto prevedere: 1) limite subappalto 30 % sulla prevalente - subappalto 100 % sulla scorporata OS30 2) ai fini dell'ammissione il solo possesso della OG1 di classifica III (in presenza di subappalto) considerato che con tale classifica il concorrente possiede la necessaria idoneità fino alla concorrenza dell'importo di euro 1033000 preciso che l'incidenza percentuale della scorporabile è pari al 15% ringrazio anticipatamente distinti saluti
  • Assenza campionatura - soccorso istruttorio
     
    Gentile esperto nell'ambito di una procedura aperta si è richiesto, tra gli altri, il seguente requisito di capacità professionale "nella capacità di approvvigionare, per il confezionamento dei capi oggetto della presente procedura, i tessuti (ogni tipologia di tessuto costituente il capo) con le caratteristiche tecniche espresse nelle schede allegato A al Capitolato speciale di gara" stabilendo l'obbligo dei concorrenti di consegnare tali campioni di tessuto entro un termine di 10 giorni a pena di esclusione. Un concorrente non ha prodotto tali campioni. Può utilizzarsi il soccorso istruttorio?? e Soprattutto stante il tenore del comma 6 dell'art.83 e' ancora legittimo richiedere la campionatura quale metodo di comprova del requisito di capacità tecnica??? Si fa riferimento in modo precipuo al ruolo dei campioni che, a differenza di quanto stabilito dall'art42 comma 1 lett.l del D.l.vo 163/2006 non sono più indicati quali possibili strumenti di dimostrazione della capacità tecnica del concorrente. La clausola del disciplinare sarebbe in suddetto caso nulla?? Grazie
Pagina: 1 di 1