headerphoto

Novità sugli appalti di dicembre 2018

  • COSTO DEL LAVORO INFERIORE ALLE TABELLE MINISTERIALI - EFFETTI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L'indicazione di un costo orario del lavoro inferiore rispetto a quello riportato nelle tabelle ministeriali non è idoneo, di per sé, a rendere anomala l’offerta e può dar luogo ad esclusione solo se lo scostamento è rilevante e ingiustificato.
  • LEGGE DI BILANCIO 2019 - NOVITA' IN TEMA DI APPALTI PUBBLICI (36.2.B)
    NORMATIVA 
    LAVORI
    Pubblicata la Legge di Bilancio 2019. Importanti le NOVITA' in tema di appalti pubblici sui nuovi importi relativi agli affidamenti diretti sotto soglia comunitaria, in vigore dal 01/01/2019. Inoltre, previsto il ricorso al mercato elettronico per gli acquisti di beni e servizi di importo pari o superiore a 5.000 euro.
  • FATTURAZIONE ELETTRONICA - ASSOLVIMENTO IMPOSTA DI BOLLO
    NORMATIVA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Pubblicato il decreto sulle modalità di assolvimento dell'imposta di bollo su fatture elettroniche.
  • REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA- DEFINITIVITÀ DELL’ACCERTAMENTO TRIBUTARIO - DECORRE NON DALLA NOTIFICA DELLA CARTELLA ESATTORIALE BENSÌ DALLA COMUNICAZIONE DELL’AVVISO DI ACCERTAMENTO (80.4)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La definitività dell'accertamento fiscale decorre non dalla notifica della cartella esattoriale ma dalla comunicazione dell'avviso di accertamento.
  • OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO - AFFIDAMENTO (36.3 - 36.4)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI VARIE
    Laddove sussistano le condizioni, è possibile scorporare il lotto relativo alle opere di urbanizzazione primaria funzionali, affidandolo in via diretta al titolare del permesso di costruire.
  • RINVIO A GIUDIZIO - OBBLIGO DI DICHIARAZIONE (80.5.C)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    In caso di rinvio a giudizio per un reato suscettibile di incidere sulla moralità professionale (turbata libertà degli incanti), sussiste l’onere di dichiararlo ai sensi dell’art. 80 del codice.
  • ILLECITO PROFESSIONALE - RINVIO A GIUDIZIO - OBBLIGO DICHIARATIVO (80.5.C)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Deve essere dichiarato il rinvio a giudizio per fatti di grave rilevanza penale che può essere valutato dalla stazione appaltante ai fini della sussistenza di un illecito professionale.
  • CONVENZIONI QUADRO CONSIP – DEROGA ALL'OBBLIGO DI ADESIONE – ART. 1, C.510, L.208/2015 – INIDONEITÀ DEL BENE O SERVIZIO OGGETTO DI CONVENZIONE A SODDISFARE LE SPECIFICHE ESIGENZE DELL'AMMINISTRAZIONE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L'art. 1, comma 510, l. N. 208 del 2015 consente di derogare al sistema degli acquisiti mediante adesione alle convenzioni quadro di cui all'articolo 26 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, stipulate da consip spa, ovvero dalle centrali di committenza regionali, qualora il bene o il servizio oggetto di convenzione non sia idoneo al soddisfacimento dello specifico fabbisogno dell'amministrazione per mancanza di caratteristiche essenziali.
  • MORALITA' PROFESSIONALE - RINVIO A GIUDIZIO - OBBLIGO DICHIARATIVO (80.5.C)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La aggiudicataria deve essere esclusa dalla procedura per non aver dichiarato l’avvenuto rinvio a giudizio di un proprio amministratore per un reato suscettibile di incidere sulla moralità professionale (turbata libertà degli incanti).
  • PRESTAZIONI OFFERTE – CHE NON SODDISFINO REQUISITI MINIMI – ESCLUSIONE DELL’OFFERTA – ANCHE IN ASSENZA DI COMMINATORIA DI ESCLUSIONE – LEGITTIMITÀ
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La richiesta nella documentazione di gara di una prestazione con specifiche caratteristiche qualitative è da intendersi quale requisito minimo indefettibile richiesto, indipendentemente dalla circostanza che la sua mancanza fosse o meno espressamente sanzionata con l’esclusione.
Pagina: 1 di 6

Quesiti di dicembre 2018

  • subappalto o subaffidamento
     
    Nel caso in cui, in un Appalto di lavori, una Azienda faccia richiesta di affidamento a terzi dei servizi (segnaletica di cantiere) TOTALMENTE rientranti negli oneri della sicurezza, si chiede se: 1) tali servizi possano essere oggetto di subcontratto; 2) in caso di risposta affermativa se gli stessi debbano invece essere oggetto di subappalto nel caso di ipotesi di cui all'art. 105 comma 2 D. LGS. 50/2016( manodopera > 50% e importo > 2% ovvero 100k), oppure se indipendentemente da tali condizioni, debbano essere trattati come subcontratti. Grazie mille
  • previsione prestazioni principali e secondarie - qualificazione
     
    Buongiorno si pone il seguente quesito al fine di predisporre correttamente il disciplinare di gara per l’affidamento del servizio di presa in carico e invio a recupero di rifiuti biodegradabili di cucine e mense CER 200108. La domanda è la seguente: è corretto indicare il RECUPERO (inteso come l’insieme delle lavorazioni necessarie a trasformare il rifiuto in mps) come prestazione principale rispetto alla presa in carico ed eventuale stoccaggio? SE SI: è corretto che l'impresa che presenta offerta, qualora si qualifichi come impresa individuale, debba effettuare tutte le prestazioni oggetto dell’appalto (compreso l’attività di RECUPERO del rifiuto) o diversamente, qualora non sia qualificata per effettuare tutte le prestazioni, debba presentarsi: • in RTI con altra impresa B dove la mandataria è l’impresa che esegue la prestazione principale in maniera maggioritaria; oppure in alternativa • ricorrere all'istituto dell’avvalimento dove l’impresa ausiliaria B sia quella che effettuerà il RECUPERO mettendo a disposizione della ausiliata, tutte le risorse di cui questa risulta carente? SE NO: è sufficiente che presenti offerta un’impresa individuale A, che effettuerà il ritiro e stoccaggio del materiale, con successivo RECUPERO presso altro impianto, di proprietà di un’impresa B, dove quest’ultima effettuerà le lavorazioni di RECUPERO, chiedendo all’impresa A ( che si qualifica come impresa individuale)di presentare in sede di gara solamente una dichiarazione che attesti di avere la disponibilità, in caso di aggiudicazione per l’intera durata contrattuale, di un’impresa B che effettuerà le lavorazioni di RECUPERO, senza che l’impresa B concorra , né in RTI con impresa A, né come ausiliaria dell’impresa A.
  • commissione giudicatrice - membri interni - iscrizione albo - natura discrezionale
     
    Alla luce di quanto disposto dalla Linee guida ANAC nr. 5 e con riferimento al comunicato del Presidente dell'ANAC del 18 luglio 2018, stante l'entrata a regime dal prossimo 15 gennaio 2019 dell'Albo nazionale obbligatorio dei Commissari di gara, si chiede se l'iscrizione in tale albo sia obbligatoria o discrezionale per i dirigente/funzionari pubblici. Nel caso in cui nessuno tra questi soggetti volesse procedere con l'iscrizione, la stazione appaltante avrebbe l'obbligo di ricorrere a soli commissari esterni anche nel caso di procedure ove il ricorso a soggetti esterni è obbligatorio per l’individuazione del solo presidente della Commissione? Grazie per l'attenzione
  • affidamento servizi vulnerabilità sismica
     
    Gara per l'affidamento dei servizi di verifica di vulnerabilità sismica (comprensivi di rilievi, indagini strutturali, prove in situ e di laboratorio ma con esclusione della relazione geologica e di indagini geognostiche). Premesso che non trattasi a rigore di una gara di progettazione (vedi anche delibera ANAC 1336/2017) e che la lex specialis non richiede la presenza del geologo (in quanto la predisposizione della relazione geologica non viene affidata nell'ambito del procedimento di cui trattasi) si chiede un vostro parere in merito alla necessità che la lex specialis preveda: 1) Per i raggruppamenti temporanei, come condizione di partecipazione la presenza, quale progettista, di almeno un giovane professionista ai sensi dell’art. 4 del d.m. 263/2016; 2) l'indicazione in fase di gara del nominativo della persona fisica incaricata dell’integrazione tra le prestazioni specialistiche. Nel ringraziare si porgono cordiali saluti
  • Diniego accesso agli atti - segreti tecnici e commerciali
     
    A seguito di avvenuta aggiudicazione di procedura negoziata senza bando, è' possibile rilasciare alla seconda ditta migliore offerente copia dell'offerta tecnica dell'aggiudicataria tenuto conto che la stessa ha posto divieto per tutela di diritti di proPrietà intellettuale. E' sufficiente per il rilascio di detta documentazione la sola dichiarazione della 2 ditta a voler procedere giudizialmente in difesa dei propri interessi o è necessario anche dimostrazione documentale in tal senso?.
  • Errore progettuale
     
    Nel caso di affidamento di servizi di progettazione con applicazione del d.lgs. 163/2006 ,a fronte dei quali è stato fatto modificare più volte il progetto al professionista incaricato, e che il progetto , in fase di esecuzione lavori , è stato oggetto anche di successive varianti , volevamo sapere se il compenso stabilito in fase di gara, possa essere comunque integrato nel suo ammontare considerate le maggiori prestazioni richieste al professionista incaricato, non previste nella convenzione in origine stipulata.
  • subappalto - relazione geologica - attività specifica di un lavoratore autonomo
     
    Le linee guida ANAC n. 1 al paragrafo 3 "Divieto subappalto relazione geologica" chiariscono come debba garantirsi la presenza del geologo all'interno del team di progettazione. Come comportarsi nel caso in cui l'operatore economico indichi un geologo (indica il nome e il cognome) a cui affiderà la prestazione ai sensi dell'art. 105, comma 3, lett. a) del Codice "affidamento di attività specifiche a lavoratori autonomi". Nel caso in cui sia consentita questa forma di rapporto tra geologo e affidatario sarebbe consentito non indicare in sede di offerta il nominativo? Grazie per la cortese risposta..
  • Illecito professionale: contestazione in giudizio di una risoluzione contrattuale - annotazioni casellario
     
    A seguito di risoluzione per grave inadempimento abbiamo proceduto allo scorrimento della graduatoria e all'aggiudicazione all'operatore secondo in graduatoria. Abbiamo stipulato il contratto con tale secondo aggiudicatario e collaudato la fornitura. La risoluzione è stata impugnata dinanzi al giudice ordinario e dopo un esito negativo per l'operatore economico dell'istanza cautelare si sta prospettando un'ipotesi di conciliazione al fine di non continuare la causa medesima. Qualora si pervenga ad una conciliazione siamo tenuti ad effettuare una segnalazione all'Anac?? Leggendo le linee guida n° 6 ed in particolare il punto 4-1 let b) sembra che tale obbligo sussista solo qualora la risoluzione sia confermata con provvedimento esecutivo all'esito del giudizio. Nel caso di conciliazione tale fattispecie non sembra concretarsi. Si ringrazia per il gentile supporto e si rappresenta che la risposta la quesito ha carattere di urgenza Grazie infinite
Pagina: 1 di 1