headerphoto

Novità sugli appalti di dicembre 2019

  • OFFERTA TECNICA - PIANO DI ASSORBIMENTO DEL PERSONALE – LEGITTIMO NON ATTRIBUIRE UN PUNTEGGIO (30.4)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E’ legittimo che al piano di assorbimento del personale non sia attribuito alcun punteggio.
  • DICHIARAZIONE ILLECITO PREGRESSO – DECORRENZA TRIENNIO – NON DOVUTA (80.10)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La risoluzione per inadempimento del contratto e comunque la commissione di gravi illeciti professionali assumono rilevanza ai fini della ammissione e della esclusione dalla gara pubblica e costituiscono quindi oggetto dell’obbligo dichiarativo per un periodo di tempo non superiore a tre anni dalla data dell’accertamento definitivo.
  • DIRETTORE TECNICO – COFIRMATARIO ATTIVITÀ PROGETTISTI – MANCATO INSERIMENTO NELLA STRUTTURA OPERATIVA
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il direttore tecnico di una società di ingegneria, se è vero che per norma è cofirmatario e corresponsabile delle prestazioni svolte dai progettisti, non per questo può essere assimilato a componente della struttura operativa che materialmente esegue la prestazione.
  • CONDOTTA CONTRA LEGEM – VALUTAZIONE DISCREZIONALE DELLA STAZIONE APPALTANTE (80.5.C – 80.5.FBIS)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Qualsiasi condotta contra legem, ove collegata all’esercizio dell’attività professionale è soggetta ad un potere di apprezzamento discrezionale in ordine alla sussistenza dei requisiti di “integrità o affidabilità” dei concorrenti.
  • SPECIFICHE TECNICHE - PRINCIPIO DI EQUIVALENZA - PRINCIPIO DEL FAVOR PARTECIPATIONIS (68)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il principio di equivalenza risponde al più generale principio del favor partecipationis (id est: ampliamento della platea dei concorrenti), costituendo dunque espressione della massima concorrenzialità nel settore dei pubblici contratti.
  • CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA - INTERPRETAZIONE – DISCREZIONALITÀ
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    I criteri di valutazione dell’offerta vengono fissati discrezionalmente dalla stazione appaltante nei limiti del rispetto dei principi di ragionevolezza e logicità.
  • CONVENZIONE RISERVATA ALLE SOLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO - LEGITTIMITÀ.
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Ai sensi dell’art. 56 d. Lgs. N. 117/17, le amministrazioni pubbliche “possono” ricorrere a forme di convenzione, per lo svolgimento in favore di terzi di attività o servizi sociali di interesse generale, pertanto è legittimo riservare una convenzione alle associazioni di volontariato.
  • CONTRATTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – CONCESSIONE – SERVIZI SOCIALI – GOLD PLATING– APPLICABILITÀ. (142 - 164 - 213.2)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il Consiglio di Stato ha reso il parere sulle Linee guida recante indicazioni in materia di affidamenti ai servizi sociali.
  • PARTECIPAZIONE A LOTTI DIVERSI ALL’INTERNO DI RTP DIVERSI – ILLEGITTIMO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    È illegittima la partecipazione dello stesso concorrente, con forma giuridica diversa, a più lotti alla luce della clausola del bando che ai fini del divieto di aggiudicazioni di più di due lotti al medesimo concorrente, specifica che “per medesimo concorrente, deve intendersi lo stesso soggetto giuridico, sia esso in forma singola ovvero associata, purché in tale ultima fattispecie sia riscontrabile l’identità dei componenti”.
  • NOLO A FREDDO - NON È SUBAPPALTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il corrispettivo di un contratto di noleggio senza conducente non consente di ritenere integrato il contratto di subappalto, in quanto con tale forma di locazione il locatore non assume alcuna incidenza, né oggettiva né soggettiva, sull’esecuzione dei lavori espletata dal locatario
Pagina: 1 di 12

Quesiti di dicembre 2019

  • garanzia definitiva
     
    Buongiorno. Con riferimento al versamento della cauzione definitiva prevista dall'art. 103 del D. Lgs. 50/2016 e ss.mm., si chiede se questa debba essere acquisita prima della stipula del contratto, subordinando la stipula alla presentazione della cauzione definitiva, oppure se può essere prevista la presentazione direttamente tra le clausole contrattuali subordinandone gli effetti alla presentazione. Grazie
  • procedura negoziata - affidamento diretto - modifica soggettiva tra invito ed offerta
     
    Spett.le Esperto Buonasera, il primo quesito che vorrei sottoporLe è il seguente: l’art. 36, comma 2, lett. b) del Codice, come modificato dal cd Decreto "Sblocca Cantieri", prevede l’affidamento diretto di servizi e forniture, previa valutazione di almeno cinque operatori economici, individuati con uso di elenchi dell’Ente o di indagini di mercato. Come può/potrebbe definirsi questa assegnazione diretta se, soprattutto nel caso dei servizi di ingegneria, di fatto si deve predisporre una vera e propria procedura di gara per valutare le proposte economiche con il criterio dell’O.E.P.V.? Sopra i 40 mila euro, infatti, la Stazione Appaltante è obbligata all’uso di tale criterio il quale, prevedendo una valutazione sia di qualità sia di prezzo, non pare minimamente assimilabile al semplice esame di tre preventivi sancito per gli affidamenti di lavori. E’ spiazzante rilevare che la procedura negoziata sia stata di fatto espunta dal Codice, per gli affidamenti di servizi e forniture di importo compreso fra i 40 mila euro e la soglia comunitaria. Si aggiunga che le Linee Guida n. 1 emanate dall’ANAC, afferenti ai Servizi di Ingegneria e Architettura, non sono state ancora aggiornate, e contemplano ancora la procedura negoziata per gestire gli affidamenti di ammontare compreso fra 40 e 100 mila euro. Questa situazione porta ad un ulteriore quesito, legato a un’esperienza vissuta “sul campo”: Un concorrente, fra i cinque invitati a presentare offerta (con OEPV), ai sensi del citato art. 36, comma 2, lett. b), anziché partecipare in forma singola, ha presentato istanza in RTP, configurandosi come mandante del nuovo costituendo raggruppamento. Come si dovrebbe comportare l’Ente nei confronti dell’O.E.? Egli sarebbe suscettibile di essere escluso ai sensi del comma 11 dell’art. 48 del Codice, in quanto NON partecipante in qualità di mandatario alla procedura valutativa? Si rammenta che detto comma è applicabile in caso di procedure negoziate come quella, in pratica, che parrebbe essere stata posta in essere dai Ns. Uffici. La ringrazio per l’attenzione che vorrà dedicare alla presente nota, cogliendo l'occasione per porgere a Lei e a tutto lo Staff un Cordiale Augurio di Buone Feste. Distinti Saluti. Geom. Antonio Pani, Comune di Nuoro.
  • concessione mista - qualificazione
     
    Si chiede un vostro parere circa la condivisibilità della DELIBERA ANAC N. 1053 DEL 13 novembre 2019 relativa alla qualificazione nelle concessioni miste con prevalenza di servizi; in particolare si chiede anche di sapere se non è possibile considerare la possibilità di subappaltare interamente la quota di lavori ai sensi dell'art. 174 del Codice. Grazie per la cortese risposta
  • sottoscrizione da parte di diversi soggetti della documentazione di gara
     
    Nel caso di procedura telematica di affidamento diretto, la documentazione amministrativa è stata sottoscritta dal legale rappresentante della società mentre l'offerta economica da un procuratore della società. Si chiede se, la diversità nella sottoscrizione dei documenti di gara incida sulla certezza della provenienza e della piena assunzione di responsabilità in ordine ai contenuti delle dichiarazioni nel suo complesso.
Pagina: 1 di 1