headerphoto

Novità sugli appalti di giugno 2018

  • PROCEDURA TELEMATICA – DICHIARAZIONE - FIRMA AUTOGRAFA – COPIA D.I. - SOSTITUISCE FIRMA DIGITALE – ESCLUSIONE ILLEGITTIMA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    E’ illegittima l’esclusione di un concorrente che, in seno ad una procedura telematica, ha inviato alla stazione appaltante, tramite piattaforma virtuale, una dichiarazione non firmata digitalmente bensì firmata in via autografa, scansionata in .Pdf ed alla quale è stata allegata la fotocopia d.I. Del dichiarante.
  • OPERATORE ECONOMICO NON INVITATO MA IN POSSESSO DEI REQUISITI - LEGITTIMAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA - SUSSISTE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Non può negarsi ad un operatore economico, che sia comunque venuto a conoscenza di una procedura negoziata e che si ritenga in possesso dei requisiti di partecipazione previsti dalla legge di gara, di presentare la propria offerta, salvo il potere dell’amministrazione di escluderlo dalla gara per carenze dell’offerta o degli stessi requisiti di partecipazione ovvero perché l’offerta non è pervenuta tempestivamente (rispetto alla scadenza del termine indicata nella lettera di invito agli operatori invitati) e sempre che la sua partecipazione non comporti un aggravio insostenibile del procedimento di gara
  • GIURISDIZIONE - SOCIETÀ A CAPITALE MISTO - GIURISDIZIONE CORTE DEI CONTI - NON SUSSISTE- RAGIONI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Non sussiste la giurisdizione della corte dei conti nei confronti di una società a capitale misto pubblico privato, in quanto non è una società in house neppure quando è soggetta alle direttive pubbliche e opera nell'interesse esclusivo dell'amministrazione locale.
  • PROROGA DEL TERMINE DI ENTRATA IN VIGORE DEGLI OBBLIGHI DI FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LE CESSIONI DI CARBURANTE
    NORMATIVA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.
  • SPECIFICHE TECNICHE - PRINCIPIO DI EQUIVALENZA - GARANTISCE APERTURA CONCORRENZIALE – OFFERENTE DEVE DIMOSTRARE L'EQUIVALENZA DEL PRODOTTO OFFERTO RISPETTO A QUELLO RICHIESTO (68.6 – 68.5)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Il principio per cui in sede di presentazione delle offerte in una gara d'appalto pubblico opera il principio di equivalenza, garantisce e promuove la maggior apertura concorrenziale tanto nell'ambito del singolo procedimento quanto nel mercato degli appalti pubblici. Tale principio pone in capo all’offerente l'onere di dimostrare, con qualsiasi mezzo appropriato e ritenuto soddisfacente dalla stazione appaltante, l'equivalenza del prodotto offerto rispetto a quello indicato nel capitolato.
  • PROVE ALTERNATIVE AL POSSESSO DEI CERTIFICATI DI QUALITÀ (87.2)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Le prove alternative al possesso dei certificati di qualità sono ammesse solo a condizione che gli operatori economici interessati dimostrino di non aver avuto "la possibilità di ottenere tali certificati entro i termini richiesti per motivi non imputabili”.
  • COMPETENZA RUP – ANCHE PROVVEDIMENTO DI ESCLUSIONE – DOMINUS PROCEDURA DI GARA SALVO SPECIFICHE DIFFERENTI (31.3)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La giurisprudenza amministrativa, nell’interpretare il citato art. 31, comma 3, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 ha stabilito che la disposizione richiamata delinea la competenza del rup in termini residuali, competenza che si estende anche all’adozione dei provvedimenti di esclusione delle partecipanti alla gara. Come affermato da cons. Stato, comm. Spec., 25 settembre 2017, n. 2040, anche dopo l’intervento correttivo recato dal dlgs 57/2017 resta confermata <>
  • RDO MEPA - OFFERTA ECONOMICA -PROCEDURA GUIDATA
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’offerta economica è un documento predisposto automaticamente dalla piattaforma di e-procurement per ciascun partecipante e le sue impostazioni d’invio sono già predefinite e non modificabili.
  • ILLECITO PROFESSIONALE - VALUTAZIONE DISCREZIONALE DELLA PA (80.5.C)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    In sede di illecito disciplinare l’apprezzamento discrezionale della gravità degli episodi di negligenza addebitati all’impresa concorrente è riservato alla competenza della stazione appaltante.
  • IMPOSIZIONE RIBASSO MASSIMO DA NON SUPERARE
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    E' illegittima la clausola della lex specialis di gara che impone il limite massimo del 50% di ribasso rispetto alla base d’asta.
Pagina: 1 di 14

Quesiti di giugno 2018

  • marcatura ce e registrazione dispositivi medici
     
    La nostra Azienda Sanitaria Locale ha in corso una procedura aperta per l'affidamento della fornitura di letti elettrici da destinare ai diversi presidi ospedalieri di competenza. Tra la documentazione richiesta, era contemplato il numero di CND e repertorio dei prodotti proposti, qualora previsti. Una delle ditte concorrenti ha dichiarato che il letto elettrico offerto codice 11-LE800/E000118 è stato registrato al Repertorio dei Dispositivi Medici in data 13 maggio 2010 con identificativo di registrazione 320221, in quanto in quella data era ancora possibile effettuare la registrazione di più dispositivi medici simili sotto un unico codice che ne indicasse la famiglia di appartenenza, per questo il codice 11-LE800/E000118 è stato registrato come appartenente alla famiglia 11-LE800. Si chiede che possa essere ritenuto corretto l'operato del detto concorrente, atteso altresì che da una consultazione sul sito del Ministero della Salute il suddetto letto per quanto registrato, al numero di repertorio indica N, cioé non registrato. E' corretto chiedere nelle procedure di gara relative all'acquisizione di dispositivi medici, apparecchiature elettromedicali e quindi letti elettrici per degenza il numero di CND e repertorio dei prodotti proposti sin dal momento della presentazione dell'offerta e non anche al momento della fornitura? Alle predette iscrizioni corrisponde un effettivo controllo da parte del Ministero della Salute sulla garanzia di qualità e sicurezza dei dispositivi medici offerti al S.S.N. o è sufficiente il solo certificato CE? Occorre che le ditte interessate procedano a più registrazioni nel caso di modelli anche leggermente diversi o è lasciato tutto alla discrezionalità dell'azienda registrarli per una sua politica commerciale? Si ringrazia anticipatamente e si coglie l'occasione per porgere distinti saluti. Dott. Franco QUERO ASL TA.
  • Limiti subappaltabilità
     
    appalto di lavori con una prevalente OG1 class. III° - una OG2 class. II° scorporabile non sioss ed una scorporabile sios OS30 class. 1°. Una ditta intenzionata a partecipare possiede la prevalente OG1 e la scorporabile sios OS30 ed è intenzionata a subappaltare interamente la scorporabile non sios OG2. Il fatto che mi lascia perplessa è che considera il 30% dell'importo subappaltabile considerando l'importo totale dei lavori comprensivo anche dell'importo della scorporabile sios OS30 che a mio parere invece dovrebbe essere distinto. Posso avere un Vs. parere? Grazie.
  • OG 11 - principio di assorbimento
     
    in una procedura per appalto di lavori in cui sono previste le seguenti scorporabili OS3 – OS28 – OS30 ho inserito nel bando la possibilità in alternativa di partecipare anche con cat. SOA OG11 , in questo caso con class. 2°. un concorrente mi chiede se può partecipare con CAT. OG11 - 1° class. subappaltando il 100% del OS28 , avendo adeguata qualificazione nella prevalente. Mi chiedo ma se questo partecipa in OG11 può decidere di spezzetara a suo piacimento le categorie Ivi contenute e decidere che con la OG11 copre solo OS3 e OS30 e non la OS28? Grazie
  • Criteri di valutazione dell'offerta - minor punteggio in caso diu subappalto o avvallimento o distacco di manodopera
     
    Oggetto: D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. “Criteri di aggiudicazione – offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95, comma 2 del D.lgs. 50/2016 - elementi di valutazione. Spett.le Sific In considerazione di quanto riportato in oggetto, si richiede Vs. autorevole parere in merito alla regolarità di prevedere, nei bandi di gara, i seguenti criteri oggettivi di valutazione dell’offerta: Istituto dell’“AVVALIMENTO”: prevedere l’attribuzione di un punteggio premiante ai concorrenti che non utilizzano lo strumento dell’“Avvalimento” di cui all’art. 89 del D.lgs. 50/2016 e s.m.i.; Facoltà dell’esecuzione dei lavori in “SUBAPPALTO”: prevedere l’attribuzione di un punteggio premiante ai concorrenti che intendono avvalersi della facoltà di subappaltare parte delle opere in quota inferiore al massimo consentito che è pari al 30%; “DISTACCO DI PERSONALE”: prevedere l’attribuzione di un punteggio premiante ai concorrenti che intendono svolgere le attività, direttamente, senza avvalersi di personale di altre imprese mediante lo strumento del “distacco” di cui alla legge 276/2003 e s.m.i. Ringraziando anticipatamente, si porgono i più distinti saluti.
  • Comunicazione all'Anac delle modifiche contrattuali e delle varianti in corso d'opera
     
    Nel caso di una seconda variante (variante migliorativa) di un appalto di lavori sotto soglia il cui valore, sommato alla prima variante, è pari al 12% (variante ex art 106 comma 2) è necessario procedere con la comunicazione entro 30 gg all’Osservatorio (compilando le apposite schede) ma anche all’Anac (trasmettendo il modulo “Varianti in corso d’opera”?). Se sì, avrei comunque dovuto fare la comunicazione all’Anac anche se l’importo complessivo fosse stato inferiore al 10% dell’importo iniziale?
  • Avvalimento - cooperativa sociale - appalto riservato
     
    In una gara di appalto per affidamento di n. 4 aree di parcheggio, riservata ai soggetti di cui all' art.112, che richiede per la partecipazione l' aver gestito nel triennio 2015/2017 almeno un' area di parcheggio pubblica o privata , una cooperativa sociale si è avvalsa di una società S.R.L., la quale nel contratto di avvalimento non ha dichiarato "di impegnarsi ad eseguire direttamente i servizi per i quali tali capacità sono richieste" essendo la ditta ausiliaria obbligata ad eseguire direttamente i lavori o servizi per cui tali le capacità professionali pertinenti sono richieste, come riportato dal comma 1 art. 89 DLGS 50/2016, tale mancanza non rende nullo il contratto di avvalimento? Ed inoltre può una S.R.L. svolgere il servizio di gestione delle aree, se la gara era riservata a soggetti di cui all' art. 112 o tale situazione rappresenta un ulteriore motivo di nullità del contratto? Grazie anticipatamente.
  • Affidamento sotto soglia comunitaria - regolamento - natura
     
    Si chiede se, per la formazione di un avviso per la formazione di elenchi di operatori economici dai quali attingere per eventuali affidamenti di lavori, servizi o forniture, la stazione appaltante debba necessariamente redigere un Regolamento oppure può essere sufficiente un atto dirigenziale con il quale vengono delineate le modalità ed i criteri di scelta.
Pagina: 1 di 1