headerphoto

Novità sugli appalti ULTIMI 30 GIORNI

  • LEX SPECIALIS – VINCOLA CONCORRENTI E AMMINISTRAZIONE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Le prescrizioni stabilite nella lex specialis di gara vincolano non solo i concorrenti, ma anche la stessa amministrazione
  • MISURE URGENTI DI ALLERTA COVID 19 - LEGGE DI CONVERSIONE
    NORMATIVA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Pubblicata la legge di conversione del dl 28/2020, in vigore dal 30/06/2020.
  • PROVVEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE – UNICO ATTO CONNOTATO DI CARATTERE LESIVO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il provvedimento di aggiudicazione è l’unico atto munito di valenza provvedimentale e connotato di carattere lesivo, oltre al provvedimento che dispone l’esclusione di un concorrente.
  • DURC ON LINE – VERIFICA E VALIDITA’
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La proroga di validità con riguardo ai durc on line deve intendersi limitata ai soli documenti aventi scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020, che conservano la propria validità fino al 15 giugno 2020.
  • CLAUSOLE IMMEDIATAMENTE ESCLUDENTI AI FINI DELL’IMMEDIATA IMPUGNAZIONE - DEVONO AVERE NATURA OGGETTIVA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Devono essere immediatamente impugnate le clausole che impediscono o rendono estremamente ed inutilmente difficoltosa la formulazione di una adeguata offerta.
  • MANCATA INDICAZIONE COSTI MANODOPERA – SOCCORSO ISTRUTTORIO – È RIMESSA ALL’AUTONOMIA ORGANIZZATIVA DELL’IMPRENDITORE LA SCELTA DELL’APPLICAZIONE DEL CCNL DI RIFERIMENTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Concesso il soccorso istruttorio per la mancata indicazione del costo della manodopera stante che la documentazione di gara non conteneva un espresso rinvio al d. Lgs. N. 50/2016 ed il modulo da utilizzare non lasciava alcuno spazio fisico per l'indicazione separata dei costi della manodopera.
  • ASSENZA CAUSE DI ESCLUSIONE – ANCHE DAI SOGGETTI MUNITI DI POTERE DI DIREZIONE E VIGILANZA (80.3)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’assenza delle cause di esclusione deve essere dichiarata anche dai soggetti muniti di poteri di direzione o vigilanza all’interno della società tra i quali sicuramente rientrano i membri del consiglio di amministrazione.
  • GIUDIZIO DI ANOMALIA DELL'OFFERTA – DISCREZIONALITÀ – CLAUSOLA SOCIALE - CONTEMPERATO CON LA LIBERTÀ DI IMPRESA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’adempimento della clausola sociale va contemperato con la libertà di impresa e con la facoltà in essa insita di organizzare il servizio in modo efficiente e coerente con la propria organizzazione produttiva.
  • PRINCIPIO DI ROTAZIONE – MEPA - LIMITAZIONE INVITATI – APPLICABILITÀ (36)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La gestione di una rdo mepa con selezione degli invitati mediante sorteggio è soggetta al principio di rotazione.
  • NUOVO PORTALE ANAC
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Realizzato il nuovo portale anac in nome della semplificazione e trasparenza.
Pagina: 1 di 2

Quesiti ULTIMI 30 GIORNI

  • AFFIDAMENTO SERVIZIO IDRICO INTEGRATO - RICHIESTA CIG
     
    La scrivente Azienda società per azioni a capitale interamente pubblico, gestisce il ciclo integrato dell’acqua in n. 102 Comuni dell’ambito di propria competenza e fattura i consumi idrici sia ai privati che agli stessi Comuni e alle azienda pubbliche comprese le ASL che insistono sullo stesso territorio di competenza. L’Azienda Sanitaria Locale dichiara di essere obbligata a richiedere il CIG per il pagamento delle fatture relative ai consumi di acqua e di conseguenza richiede all’Azienda il PASSOE. L’Azienda opera solamente come stazione appaltante e così è registrata all’ANAC. Per fornire il PASSOE dovrebbe anche registrarsi come operatore economico. La domanda è che, trattandosi di servizio che non può essere messo in gara, sia obbligatoria la richiesta del CIG da parte dell’Azienda Sanitaria Locale e di conseguenza la nostra Azienda debba registrarsi come Operatore Economico.
  • PUBBLICAZIONE ELENCO OPERATORI ECONOMICI PER PROCEDURE NEGOZIATE
     
    Si chiede se è obbligatoria la pubblicazione dell'elenco formato dalla stzione appaltante degli operatori per servizi di architettura ed ingegneria ed altri servizi tecnici e se si, dove.
  • QUALIFICAZIONE IN MATERIA DI LAVORI
     
    Questa società ha indetto un appalto per un importo complessivo di € 389.500 con oggetto: conclusione di un accordo quadro per lavori di manutenzione immobili, impianti ed attrezzature, scrivendo nel disciplinare: l’operatore interessato dovrà possedere i requisiti di seguito indicati: Attestazione SOA comprovante il possesso delle categorie prevalenti OS14-CLASSIFICA I, OG11-CLASSIFICA I, OS3 CALSSIFICA I, le opere di categoria OG1 sono subappaltabili e scorporabili. Alla gara ha partecipato una RTI di tipo verticale costituita da due concorrenti in cui la mandante eseguirà il 69,31% del totale mentre la mandataria eseguirà il 30,69%, che dichiara: la mandante di possedere la OG1 III-BIS; OS7 II; OS14 I; OS24 I e di voler subappaltare la OS 3 -I la mandataria di possedere la OG1 V; OG3 III bis; OG9 III; OG 11 I; OS 21 IV e di voler subappaltare la OG11 nei limiti consentiti dalla legge La domanda è: avendo indicato nel disciplinare che l’unica scorporabile è la OG1 devono essere in possesso nel complesso delle altre ? possono subappaltare distintamente una la OS3 e l’altra la OG11 ?
  • QUALIFICAZIONE IN MATERIA DI LAVORI
     
    Gentile esperto, a fronte di un intervento (Importo totale 329.093,41) articolato con: cat. prevalente SIOS OS4 - Importo euro 232.000,00 - incidenza 70,5% cat. scorporabile OS28 - Importo euro 97.093,41 - incidenza 29,50 è corretto consentire la qualificazione nella cat. scorporabile richiedendo, appunto, l'attestazione SOA (in tal senso si ritiene propenda la DELIBERA Anac N. 753 DEL 5 settembre 2018) oppure, in considerazione dell'importo della stessa (inferiore a 150.000 euro) deve essere consentita la qualificazione ex art. 90 del DPR 207/2010? si ringrazia e saluta cordialmente
  • PRINCIPIO ROTAZIONE - INVITO PRECEDENTE GESTORE
     
    L'amministrazione ha pubblicato una manifestazione di interesse per l'affidamento di un servizio ex art. 36 comma 2 lett. B. Nella manifestazione non ha specificato che il contraente uscente non sarebbe stato reinvitato. La procedura si svolge sul mepa Per il principio di rotazione, è corretto non reinvitare l'uscente? Grazie
  • PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI
     
    In passato è stato conferito l'incarico di progettazione ad un ingegnere con affidamento diretto, trattandosi di importo (lordo) inferiore ad € 40.000. Ora, effettuata l'aggiudicazione dei lavori, emerge la necessita di conferire l'incarico di Direzione Lavori, anch'esso di importo (lordo) inferiore ad € 40.000, e quindi si intende effettuare l'affidamento diretto. Si evidenzia che l'importo della direzione lavori, sommato a quello della progettazione, supera (al lordo) il valore di € 40.000. La stazione appaltante può / non può / deve / conferire l'incarico di direzione lavori allo stesso progettista?
  • VERIFICA DEL PROGETTO DI FATTIBILITA'
     
    una stazione appaltante ha predisposto un progetto di fattibilità tecnica ed economica da porre a base di una gara d'appalto per affidare la progettazione definitiva e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione di un impianto per la produzione di biogas.Si chiede se prima dell'indizione di detta procedura di gara sia obbligatorio procedere alla verifica di tale progetto di fattibilità tecnica ed economica ex art. 26, D.Lgs. 50/2016. In caso di risposta affermativa e stimando che i lavori di costruzione dell'impianto siano di importo compreso tra la soglia euro-unitaria e i 20 milioni di euro, si chiede quali soggetti possono svolgere tale attività di verifica.
  • AFFIDAMENTO DIRETTO ART. 36 COMMA II LET.B
     
    Abbiamo effettuato una indagine di mercato prevedendo il successivo affidamento tramite procedura ai sensi del c. 2 lett. b) D.lgs. 50/2016 . L'affidamento del servizio in questione però sarà molto al di sotto del minimo previsto per questo tipo di procedura. Volevamo sapere, nel caso in cui non si raggiungesse il numero minimo di almeno cinque preventivi previsti al c.2 lett. b) , la procedura possa essere considerata alla stregua di un affidamento diretto/o procedura di tipo concorrenziale previa richiesta di preventivi.
  • APPROVAZIONE PROPOSTA DI AGGIUDICAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI DIRETTI
     
    La "proposta di aggiudicazione" è pertinente ad un affidamento diretto all'operatore economico individuato attraverso un'indagine esplorativa svolta dal RUP della stazione appaltante? Nello specifico, si desidera sapere se il RUP, svolta l'indagine, deve formulare la proposta di aggiudicazione all'organo competente per l'affidamento. Ad avviso di chi scrive, la "proposta di aggiudicazione" è propria delle procedure nelle quali un organo esterno alla stazione appaltante - qual è una commissione o un seggio - è incaricato della valutazione delle offerte. Esso trasmette alla stazione appaltante il verbale delle operazioni, e sulla base di tale verbale il RUP, operati i controlli del caso sull'operato della commissione/seggio, formula la proposta di aggiudicazione all'organo competente per l'aggiudicazione. Nel caso di specie, l'individuazione dell'operatore cui affidare il servizio è compiuta dalla stazione appaltante sulla base dei preventivi pervenuti (indagine esplorativa svolta dal RUP). Si chiede pertanto se il RUP, dopo avere trasmesso all'organo competente per l'affidamento il verbale con le risultanze dell'indagine e avere svolto verifiche sul possesso dei requisiti per l'operatore economico individuato in base al minor prezzo, è tenuto a formulare la "proposta di aggiudicazione" (se è corretto parlare di aggiudicazione). Grazie
  • OMESSA DICHIARAZIONE - ASSENZA REQUISITI GENERALI - ESCLUSIONE - SEGNALAZIONE CASELLARIO
     
    Spett.le Servizio In che cosa incorre un'Azienda che nulla avendo dichiarato in sede di domanda di partecipazione – mod. DGUE (gara di lavori a procedura negoziata a sensi art. 36 comma 2b) del Codice dei contratti pubblici) - in fase di verifica risulta debitrice di euro 5.003,72 verso l’Agenzia delle Entrate e adduce le seguenti motivazioni: “nonostante il mandato di rateizzazione al Commercialista, lo stesso non ha provveduto ed è risultato irreperibile nel periodo causa assenza dallo Studio professionale per Covid, Studio professionale che risulta ad oggi deserto. Conferito mandato ad altro Studio di Professionisti che a gran fatica hanno provveduto a ordinare la contabilità tutta della Azienda in questione e in data successiva a quella della gara ha dimostrato di avere saldato in unica soluzione l’intero importo della cartella? Viene escussa la cauzione provvisoria? Viene segnalata all'Autorità di Vigilanza? Grazie anticipate
Pagina: 1 di 1