headerphoto

Novità sugli appalti di marzo 2017

  • MANCATA FIRMA CONGIUNTA - SOTTOSCRIZIONE OFFERTA - SOCCORSO ISTRUTTORIO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Nel caso di offerta firmata da uno dei due soci amministratori (laddove in forza dello statuto societario la sottoscrizione doveva provenire da entrambi) determina vizio sanabile mediante il soccorso istruttorio e non idoneo a cagionare l’immediata ed automatica estromissione dalla procedura selettiva.
  • VARIAZIONI PERCENTUALI DEI MATERIALI DA COSTRUZIONE ANNO 2016
    NORMATIVA 
    LAVORI
    Testo del decreto del ministero delle infrastrutture e dei trasporti 31 marzo 2017 recante rilevazione dei prezzi medi per l'anno 2015 e delle variazioni percentuali annuali, in aumento o in diminuzione, superiori al dieci per cento, relative all'anno 2016, ai fini della determinazione delle compensazioni dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi.
  • COSTI DI SICUREZZA AZIENDALE - VANNO INDICATI NELL’OFFERTA - MANCANZA - NO SOCCORSO ISTRUTTORIO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Gli oneri di sicurezza aziendale devono essere indicati, a pena di esclusione dalla procedura di gara, nelle offerte. Trattandosi di elemento essenziale dell’offerta non è consentito alla stazione appaltante effettuare il soccorso istruttorio. L’obbligo per la stazione appaltante di porre in essere l’attività di soccorso istruttorio sussiste invece qualora la stazione appaltante non abbia indicato nei documenti di gara la necessità di inserire nelle offerte anche i costi di sicurezza aziendale.
  • CONTRATTO DI AVVALIMENTO - DETERMINATO O DETERMINABILE (89)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Ai fini della validità del contratto di avvalimento, è necessario che questo abbia un oggetto che, seppur non determinato, sia, tuttavia, quantomeno, agevolmente determinabile sulla base del tenore complessivo dell’atto.
  • DIVIETO AVVALIMENTO NEL PPP - LEGITTIMO (89 - 164.2 - 179.2)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Nel contratto di partenariato pubblico-privato l’elemento del rischio assume importanza fondamentale in quanto integralmente trasferito in capo all’operatore economico, pertanto è legittimo ritenere escluso da tale ambito l’applicazione dell’istituto dell’avvalimento.
  • GARA PER SELEZIONE SOCIO PRIVATO DI SOCIETA’ MISTA AFFIDATARIA DEL SERVIZIO PUBBLICO - AVVALIMENTO REQUISITI SPECIALI - INAPPLICABILITA’ (89 - 164.2 - 179)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Deve ritenersi esclusa la possibilità di applicare l’istituto dell’avvalimento alle gare, come quella in esame, indette ai sensi dell’art.179 del d.Lgs 50/2016 nell’ambito del partenariato pubblico privato, quale quella indetta per la selezione del socio operativo della società mista affidataria del servizio pubblico poichè nel contratto di partenariato pubblico-privato l’elemento del rischio assume importanza fondamentale in quanto integralmente trasferito in capo all’operatore economico.
  • IMPUGNAZIONE ATTI DI GARA - LEGITTIMAZIONE ATTIVA - RIMESSA ALLA CORTE DI GIUSTIZIA UE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Viene sollevata la seguente questione pregiudiziale alla corte di giustizia ue: “se gli artt. 1, parr. 1, 2 e 3, e l’art. 2, par. 1, lett. B), della direttiva n. 89/665 cee, avente ad oggetto il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative relative all'applicazione delle procedure di ricorso in materia di aggiudicazione degli appalti pubblici di forniture e di lavori, ostino ad una normativa nazionale che riconosca la possibilità di impugnare gli atti di una procedura di gara ai soli operatori economici che abbiano presentato domanda di partecipazione alla gara stessa, anche qualora la domanda giudiziale sia volta a sindacare in radice la procedura, derivando dalla disciplina della gara un’altissima probabilità di non conseguire l’aggiudicazione”.
  • ILLECITO PROFESSIONALE: VECCHIO E NUOVO CODICE A CONFRONTO (80.5.C)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E’ demandata alla stazione appaltante la potestà di valutare il possesso del requisito di cui alla lettera f) dell’art. 38 d.Lgs. 163/2006 e, quindi, la gravità degli illeciti professionali commessi dall’impresa, al fine di stabilire ex ante se il comportamento tenuto dalla stessa sia tale da far venir meno il requisito dell’affidabilità ad assumere le obbligazioni conseguenti all’eventuale aggiudicazione della gara. L’autorità non può sostituirsi alla stazione appaltante nella valutazione dell’illecito professionale ex art. 38, comma 1, lett. F) del d.Lgs. 163/2006, atteso che - per espressa previsione normativa - tale valutazione rientra nella competenza esclusiva della stessa sa.
  • PROBLEMATICHE NELL’ESPLETAMENTO DELL’ATTIVITÀ DI ATTESTAZIONE, CONSEGUENTI AL SISMA DEL 24/08/2016 E SUCCESSIVI
    PRASSI 
    LAVORI
    Qualificazione per l’esecuzione di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro - problematiche nell’espletamento dell’attività di attestazione, conseguenti al sisma del 24/08/2016 e successivi - segnalazione di unionsoa.
  • SOCCORSO ISTRUTTORIO - SANZIONE PECUNIARIA
    PRASSI 
    La sanzione prevista dall’art. 38, comma 2 bis, del d.lgs. 163/2006 deve essere versata solo per le ipotesi in cui l’operatore economico intenda proseguire nella gara integrando la documentazione.
Pagina: 1 di 15

Quesiti di marzo 2017

  • Pubblicazione atti programmatori
     
    Si chiede se la deliberazione relativa alle modifiche all'adozione dello schema del programma delle opere pubbliche , deve essere ripubblicata all'albo pretorio per ulteriori 60 giorni.
  • Corsi di formazione - obblighi di tracciabilità
     
    Si richiede parere su l'acquisizione del CIG nel caso di partecipazionea del personale a corsi di formazione sia interni che all'esterno dell'ente.
  • Separatezza criteri di valutazione dell'offerta e requisiti di partecipazione
     
    Con riferimento alle Linee guida Anac n 2 e specificatamente alla parte in cui si precisa che "Si deve anche considerare che con l’elenco di cui all’art. 95, viene definitivamente superata la rigida separazione tra requisiti di partecipazione e criteri di valutazione che aveva caratterizzato a lungo la materia della contrattualistica pubblica. Nella valutazione delle offerte possono essere valutati profili di carattere soggettivo introdotti qualora consentano di apprezzare meglio il contenuto e l’affidabilità dell’offerta o di valorizzare caratteristiche dell’offerta ritenute particolarmente meritevoli; in ogni caso, devono riguardare aspetti, quali quelli indicati dal Codice, che incidono in maniera diretta sulla qualità della prestazione. Naturalmente, anche in questo caso, la valutazione dell’offerta riguarda, di regola, solo la parte eccedente la soglia richiesta per la partecipazione alla gara, purché ciò non si traduca in un escamotage per introdurre criteri dimensionali" si chiede se, in sede di definizione dei criteri necessari ad aggiudicare un appalto di servizi (di manutenzione) con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa sia possibile e corretto richiedere e quindi valutare - ad opera della Commissione di aggiudicazione - il possesso dell'attestazione SOA. Per chiarezza preciso che non si tratta di appalto misto; il possesso del suddetto requisito consentirebbe semplicemente di qualificare l'operatore economico ad un livello ritenuto utile al fine di migliorare il livello delle prestazioni richieste. Anticipatamente grazie.
  • Smaltimento acque reflue - tracciabilità
     
    Spett.le GAAP OGGETTO - RICHIESTA DI CIG IN CASO DI SOTTOSCRIZIONE DI CONVENZIONE CON SOCIETA' PRIVATA PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL CONFERIMENTO DI ACQUE METEORICHE E REFLUI DOMESTICI PROVENIENTI DALLE CONDOTTE COMUNALI. La scrivente Società (gestore di servizio idrico integrato a totale capitale pubblico - settori speciali) deve sottoscrivere la Convenzione di cui in oggetto. Si ritiene di non dover procedere con la richiesta del CIG trattandosi di fornitura non riconducibile al concetto di appalto di servizio (la scrivente Società, a fronte di un riconoscimento annuo di euro 4.000 + IVA, avrà diritto di immettere le acque meteoriche e i reflui domestici provenienti da condotte Comunali e riguardanti 99 residenti in quanto l'impianto di depurazione appartenente ad una ditta privata è l'unico impianto che nella zona può essere utilizzato ai fini depurativi. Al pagamento del canone annuo (ovviamente ogni anno dovrà essere stipulata la stessa convenzione con il Privato per i motivi sopra esposti) si provvederà attraverso un conto corrente dedicato. Considerata la determinazione Avcp n. 8/2010 si ritiene che in relazione ai pagamenti di cui sopra non vada indicato il CIG/CUP. Nello specifico caso la ditta privata viene individuata quale gestore e fornitore di pubblico servizio (come per esempio per un contratto di telefonia). Si richiede a codesto autorevole Servizio se l'interpretazione sopra esposta possa essere considerata corretta e ringraziando anticipatamente si porgono i migliori saluti.
  • Intervento dell'Ufficiale Rogante nella stipula del contratto
     
    Nell'art. 32 del D. Lgs 50/2016 si legge: Il contratto è stipulato, a pena di nullità, con atto pubblico notarile informatico,ovvero in modalità elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante, in forma pubblica amm/va a cura dell'ufficiale rogante della SA o mediante scrittura privata. Ora, è da interpretare che l'ufficiale rogante è obbligatorio nei contratti in forma pubblica amministrativa o anche quando è prevista la scrittura privata? In tal senso, si chiede un Vs. autorevole contributo interpretativo. Grazie.
  • Affidamenti sotto soglia comunitaria
     
    Spesso procediamo ad affidamenti diretti di importo risibile ( tipo 3000- 4000 )euro per ragioni di esclusività del prodotto da ultimo l'abbonamento ad una rivista. in questi casi ovviamente motiviamo l'affidamento di cui trattasi ampiamente come prescritto dall'art. 36 comma 2 let a) del D.l.vo 50/2016 sul piano giuridico come qualifichiamo la modalità di acquisizione??' come procedura negoziata senza pubblicazione di bando ovvero come procedura sottosoglia ex art. 36 comma 2 let a) del D.l.vo 50/2016?
  • Subappalto necessario nel nuovo codice
     
    Appalto di servizi SOTTOSOGLIA con prestazione principale e secondaria; subappalto cosidetto "necessario" della prestazione secondaria. Quesito Alla luce del D.Lgs. 50/2016 e della Circolare MIT 18 luglio 2016, n. 3 sulla compilazione del modello di formulario di DGUE, ritenete che sia necessario indicare il nominativo del subappaltatore o è possibile, essendo sottosoglia e non essendo obbligatoria l'indicazione della terna, ritenere ancora valida l'indicazione dell'Ad. Plenaria 9/2015? Grazie.
  • Erronea indicazione codice prodotto nel mepa
     
    Sul Mepa procediamo di frequente ad acquisire la forniture di prodotti consumabili necessari per le analisi laboratoristiche. Trattasi di Richieste di offerta che prevedono numerosi articoli e di sovente accade che le ditte commettatno meri errori materiali nell'indicazione del prodotto offerto. Nel disciplinare di gara per ovviare a esclusioni plurime determinate da suddetti errori avremmo intenzione di introdurre questa clausola "Qualora nella compilazione del dettaglio economico i codici prodotto presentassero errori materiali di trascrizione rimanendo invariati gli ulteriori dati economici (prezzo offerto dell’articolo in esame) non si procederà all’esclusione dell’offerta. L’offerente avrà la possibilità di comunicare il codice prodotto corretto rimanendo inalterati gli altri elementi dell’offerta." questa soluzione determinerebbe una notevole riduzione dei tempi delle procedure e la possibilità di aggiudicare alla ditta che offre prezzi più bassi ma per mera negligenza ha errato il codice.
  • Clausola sociale
     
    Con riferimento all'inserimento della clausola sociale nei bandi di gara si chiede come si possa obbligare una ditta, aggiudicataria di un appalto, ad assumere il suo personale quando, verosimilmente, il suo organico non presenta/non consente integrazioni di organico. Pertanto se si inserisce tale clausola le ditte partecipanti si obbligano a garantire l'assunzione del personale uscente indicato nella documentazione di gara? Se si occorre indicare la categoria e/o cos'altro? GRAZIE
  • Procedura di somma urgenza e di protezione civile
     
    a formulazione dell'art. 163 del codice dei contratti a mio parere lascia ampio spazio a dubbi interpretativi il comma 1 . prevede l'ordinazione della immediata esecuzione dei lavori entro il limite di 200.000 euro o di quanto indispensabile per rimuovere lo stato di pregiudizio alla pubblica incolumità. Ma l'epressione" o di quanto indispensabile per rimuovere lo stato di pregiudizio" significa che si può supearrae il limite di 200.000,00 euro?
Pagina: 1 di 2