headerphoto

Novità sugli appalti di maggio 2017

  • PREAVVISO DI RIGETTO DELL’ISTANZA NON SI APPLICA ALLE PROCEDURE CONCORSUALI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’art. 10-bis l. 7 agosto 1990, n. 241, relativo al preavviso di rigetto dell’istanza, non si applica, per sua espressa previsione, alle procedure concorsuali, come vengono solitamente ritenute quelle di gara di cui è questione.
  • COMUNICATI DEL PRESIDENTE ANAC - NATURA ED EFFICACIA DI TALI PARERI (213.2)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Diversamente dalle linee guida, per la cui formazione è previsto un percorso procedimentalizzato e partecipato, i comunicati del presidente dell’anac sono dunque pareri atipici e privi di efficacia vincolante per la stazione appaltante e gli operatori economici.
  • AGGIORNAMENTO DETERMINAZIONE N. 4 DEL 7 LUGLIO 2011 SULLA TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Aggiornamento della Determinazione n. 4 del 7 luglio 2011 recante: Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136.
  • ACCORDI TRA AMMINISTRAZIONI AGGIUDICATRICI - RATIO (5.6)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Un accordo tra amministrazioni pubbliche è volto a realizzare interessi pubblici comuni alle parti, con una reale divisione di compiti e responsabilità, senza interferire con gli interessi disciplinati dai contratti pubblici.
  • DOMANDA DI PARTECIPAZIONE PERVENUTA FUORI TERMINE - SCIOPERO NAZIONALE
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Uno sciopero nazionale proclamato senza preavviso rientra nell’ambito degli eventi eccezionali e imprevedibili che impediscono la presentazione della domanda nei termini.
  • REQUISITI SPECIALI DI PARTECIPAZIONE - POSSESSO IN CAPO A CIASCUN COMPONENTE DEL RTI - LEGITTIMO
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E' giustificata la richiesta del possesso di idonea certificazione a tutti i componenti di un RTI, dal momento che la competenza tecnologica richiesta riguarda tutti i servizi oggetto dell’affidamento.
  • REQUISITO DI CAPACITÀ TECNICA - PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA - LEGITTIMO
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E' legittima la richiesta, quale requisito di partecipazione, di aver raggiunto, per almeno un anno del triennio antecedente, una percentuale di raccolta differenziata.
  • SERVIZI TECNICI DI INGEGNERIA - OMESSE DICHIARAZIONI - SOCCORSO ISTRUTTORIO
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    E' legittimo il comportamento della commissione di gara, che ha applicato la procedura di soccorso istruttorio per permettere ad alcuni concorrenti di integrare la documentazione mancante per la comprova dei requisiti.
  • OMESSA DICHIARAZIONE REQUISITI GENERALI DEL COLLEGIO SINDACALE - REGOLARIZZAZIONE - SANZIONE PECUNIARIA (80.1)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’operato della S.A. è conforme alla normativa di settore, in quanto i membri del collegio sindacale rientrano fra i soggetti tenuti a rendere le dichiarazioni sui requisiti di carattere generale e la disciplina applicabile al caso di specie prevede il pagamento della sanzione pecuniaria a fronte della regolarizzazione di una carenza essenziale della dichiarazione.
  • SOGLIA ANOMALIA - SCARTO MEDIO ARITMETICO DEI RIBASSI CHE SUPERANO LA MEDIA - ESCLUSIONE OFFERTE ACCANTONATE TEMPORANEAMENTE CON TAGLIO DELLE ALI - LEGITTIMITA’ (97.2.E)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Le offerte temporaneamente accantonate con il taglio delle ali sono escluse sia dal calcolo della media aritmetica dei ribassi sia dal successivo calcolo dello scarto medio dei ribassi.
Pagina: 1 di 10

Quesiti di maggio 2017

  • Rapporto tra il terzo ed il quarto comma dell'art. 95 del D.Lgs 50/2016
     
    la scrivente Stazione Appaltante (Società di gestione servizio idrico integrato tenuta all’applicazione del D.Lgs. 50/2016 - settore speciale) ai sensi dell’articolo 36, comma 8 del D.Lgs. 50/2016 ha disciplinato gli affidamenti sotto soglia di lavori, servizi, forniture con apposito regolamento interno e con l’istituzione di un albo suddiviso in categorie merceologiche (lavori, servizi e forniture) a cui gli operatori economici possono iscriversi e da cui, gli stessi operatori, nel rispetto dei principi di concorrenza, trasparenza, rotazione, non discriminazione, vengono scelti per essere invitati a procedure negoziate, che precedentemente all’entrata in vigore del “correttivo”, sono state esperite in conformità all’articolo 36, comma 2 del D.Lgs. 50/2016 e in particolare per i lavori con importo fino a 1.000.000 di Euro, con il criterio del “minor prezzo” stabilito dall’articolo 95, comma 4, lettera a). Alla luce dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 56 del 19 aprile 2017, correttivo del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016, il quale ha modificato l’articolo 95, comma 4 lettera a) prevedendo che per i lavori il criterio del “minor prezzo” possa essere utilizzato per “importo pari o inferiore a 2.000.000 di euro, quando l'affidamento dei lavori avviene con procedure ordinarie, sulla base del progetto esecutivo” e quindi stabilendo implicitamente che per tutti gli appalti di lavori, con questo importo ma esperiti con procedura negoziata, debba essere utilizzato il criterio dell’ ”offerta economicamente più vantaggiosa”. Si chiede se questa Stazione Appaltante operante nel settore speciale e con apposito regolamento interno come su descritto, dovendo procedere nelle prossime settimane/mesi ad affidare lavori di realizzazione di nuove condotte fognarie/acquedottistiche di importo tra i 50.000 Euro e i 100.00 Euro con caratteristiche tecniche e di cantiere pressoché standard, possa per questo genere di lavori stabilire nel regolamento su menzionato, di procedere con affidamento con procedura negoziata ma con il criterio del “minor prezzo”, in quanto lavori con caratteristiche standard e pertanto in analogia al principio di cui al comma 4, lettera c) dell’art. 95 del D.Lgs. 50/2016 relativo a servizi e forniture (caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato). Si ringrazia e si porgono i migliori saluti
  • Entrata in vigore modifiche introdotte dal correttivo
     
    Spett.le GAAP la scrivente Stazione Appaltante (Società di gestione servizio idrico integrato tenuta alla applicazione del D.Lgs. 50/2016 - settore speciale). Ha pubblicato: a luglio 2016 avviso di manifestazione di interesse relativo al servizio di fotolettura contatori; a marzo 2017 tre distinti avvisi di manifestazione d’interesse, relativi ai servizi di manutenzione aree verdi, pulizia uffici e manutenzione ordinaria e straordinaria automezzi, volti ad acquisire disponibilità da parte di operatori economici per lo svolgimento dei su menzionati servizi, da invitare a successiva gara a procedura negoziata, in quanto gli importi sono sotto soglia comunitaria. Nello specifico gli operatori economici offerenti in numero superiore a cinque, sono stati selezionati tramite sorteggio: n. 5 operatori in conformità all’articolo 36, comma 2 lettera b), applicabile per questi avvisi visti gli importi sotto soglia (D.Lgs. 50/2016 ante correttivo). Si chiede se, alla luce della pubblicazione ed entrata in vigore del D.Lgs. n. 56 del 19 aprile 2017 correttivo del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016, il quale modifica l’articolo 36 e quindi il numero di operatori economici da invitare nelle procedure negoziate per gli appalti sotto soglia, passando per il caso di nostro interesse da n.5 a n. 10 (articolo 36, comma 2 lettera b), questa Stazione Appaltante debba integrare il numero di operatori economici da invitare (ove esistenti), procedendo con un sorteggio integrativo attingendo dall’elenco delle imprese che hanno manifestato disponibilità e sono state ammesse, o se invece non debba integrare tale elenco e applicare le norme previgenti all’entrata in vigore del “correttivo”, in quanto le manifestazioni d’interesse sono state pubblicate ed esperite prima del 20 maggio 2017, data di entrata in vigore del D.Lgs. 56/2017, affermando così il principio che la “procedura” di appalto è da considerarsi attivata con l’avviso di manifestazione d’interesse. Si ringrazia e si porgono i migliori saluti
  • Previsione nel bando del sopralluogo a pena di esclusione - contrasto giurisprudenziale
     
    Si chiede se è possibile richiedere il sopralluogo obbligatorio in caso di procedura aperta per concessione di servizi e se può essere considerata causa di esclusione.
  • Entrata in vigore correttivo - applicazione alle procedure negoziate
     
    Buonasera, sono a chiedervi un parere riguardo a quale versione del Codice applicare. - In caso di determina di indizione con approvazione e pubblicazione della manifestazione di interesse prima del 20 maggio; - la lettera di invito verrà invece inviata ai concorrenti sorteggiati dopo il 20 maggio 2017; Quale versione del Codice dovrà applicarsi ? In analogia con quanto previsto dai comunicati del Presidente dell'ANAC del 2016 saremmo portati a ritenere necessaria l'applicazione del Codice originale (pre-corettivo). Grazie
  • Modifica composizione raggruppamento tra la fase di prequalifica e il deposito offerta
     
    Nella Procedura negoziata, indetta da questo Istituto, per l'affidamento dell’incarico profes-sionale riguardante la Direzione dei lavori, assistenza al collaudo, liquidazione, misura e contabilità e coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione, tra le cinque ditte sorteggiate ed invitate a presentare offerta (in seguito a manifestazione di interesse e conseguente qualificazione) risulta una Riunione Temporanea di Professionisti costituita da mandataria e mandante; detta RTP, ha, però, presentato offerta modificando l’originale compagine mediante l’inserimento di una seconda mandante (peraltro in possesso dei prescritti requisiti). In relazione a tanto, ed anche alla luce del disposto ex art.48, comma 11, del D.Lgs. 50/2016, si desidera conoscere il parere dell’esperto se tale procedura può considerarsi corretta o esistano motivi ostativi all’accettazione dell’offerta. Si ringrazia.
  • Contratto misto - costituzione garanzia definitiva
     
    APPALTO MISTO: LOCAZIONE/GESTIONE AREA DISTRIBUTORE + FORNITURA METANO AUTOTRAZIONE: RICHIESTA CAUZIONE. E' possibile richiedere una cauzione definitiva unica in merito a tale appalto per cui le due offerte (offerta canone + offerta fornitura) fanno parte di un'unica gara con un solo CIG e pertanto non sono in due lotti separati? Oppure è necessario chiedere due fideiussioni all'aggiudicatario: una per il canone di locazione ed una per la fornitura di gas metano?
  • Incentivi per funzioni tecniche - ambito applicativo
     
    Gentile esperto, questo Ente ha approvato nell’anno 2014 un Piano di Igiene Urbana con relativi atti di gara per l’affidamento del servizio di Gestione Rifiuti presso il ns Comune. L’affidamento del Servizio è stato fatto nell’anno 2014. Il Contratto è stato stipulato nel giugno 2016. Il Contratto è pluriannuale ed ogni anno viene impegnata la spesa relativa ai costi di gestione annui. Il servizio comunale competente, quest’anno nel quadro economico dell’impegno di spesa annuale, intenderebbe inserire gli incentivi per le funzioni tecniche del rup e del direttore di esecuzione del servizio/contratto. Precisiamo che il mese scorso è stato anche approvato un regolamento interno di corresponsione incenti per funzioni tecniche, in linea con quanto previsto dal D. Lgs 50/16. La determina di impegno di spesa, con rettifica del quadro economico in ossequio all’art. 113 del Codice, è stata respinta con la motivazione che tali incentivi non possono essere impegnati in quanto fa fede la data dell’appalto (2014) e non del Contratto (giugno 2016). Ci interesserebbe il vs. parere in proposito
Pagina: 1 di 1