headerphoto

Novità sugli appalti di giugno 2017

  • SOCIETA’ CON MENO DI QUATTRO SOCI - ACCERTAMENTO MORALITA’ PROFESSIONALE IN CAPO AL SOCIO UNICO O AL SOCIO DI MAGGIORANZA PERSONA GIURIDICA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Occorre accertare la moralità professionale del socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci e ciò vale tanto per la persona fisica, quanto per la persona giuridica. Da qui la necessità di verificare la sussistenza dei requisiti morali in capo ai soggetti muniti di poteri di rappresentanza e direzione tecnica in seno alla persona giuridica socio unico della società di capitali offerente.
  • CARENZE DICHIARATIVE NON SANZIONATE CON L’ESCLUSIONE - AVVIO SOCCORSO ISTRUTTORIO (83.9)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’eventuale insufficienza della dichiarazione resa, non espressamente sanzionata con l’esclusione, comporta l’attivazione del soccorso istruttorio e non l’immediata espulsione dalla procedura selettiva.
  • ATTIVITA' DI VIGILANZA E DI PORTIERATO - DIFFERENZE ED AUTORIZZAZIONI
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L'espletamento dell'attività di vigilanza è subordinata al possesso di una autorizzazione governativa prefettizia ad hoc, a differenza del servizio di portierato che non ha finalità di interesse pubblico, per il quale quindi non rende necessaria alcuna autorizzazione di polizia per lo svolgimento del servizio.
  • REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - SVOLGIMENTO DI SERVIZI IDENTICI A QUELLI OGGETTO DELL’APPALTO - FATTISPECIE SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La previsione della necessaria prova dello svolgimento di servizi identici a quelli da svolgere - nel caso di specie servizi di raccolta “porta a porta” in luogo di generici servizi di raccolta differenziata di r.s.u. – non è illegittima se conforme ai canoni di adeguatezza e proporzionalità.
  • VALUTAZIONI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE - DISCREZIONALITÀ TECNICA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Le valutazioni delle Commissioni di gara relativamente agli aspetti tecnici delle offerte sono espressione di discrezionalità tecnica, sindacabile dal G.A. soltanto per difetto di motivazione, illogicità manifesta, erroneità dei presupposti di fatto, incoerenza della procedura valutativa.
  • OBBLIGHI DICHIARATIVI SULLE CONDANNE PENALI - NON RICOMPRENDRE LE CONDANNE PER REATI ESTINTI O DEPENALIZZATI (80)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Va tenuto fermo il principio, affermato sotto l’impero della legge previgente, secondo il quale l'obbligo del partecipante di dichiarare le condanne penali "non ricomprende le condanne per reati estinti o depenalizzati".
  • CONSORZIO STABILE - CUMULO ALLA RINFUSA DEI REQUISITI (45.2.c)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI
    L’operatività del “cumulo alla rinfusa” per i consorzi stabili non è venuto meno con l’entrata in vigore del nuovo Codice dei contratti pubblici, dando vita ad un soggetto giuridico autonomo, costituito in forma collettiva e con causa mutualistica, che opera in base ad uno stabile rapporto organico con le imprese associate.
  • ENTI DEL S.S.N - PRIORITA’ DELLE CONVENZIONI REGIONALI RISPETTO ALLE CONVENZIONI CONSIP
    GIURISPRUDENZA 
    FORNITURE SERVIZI
    Va ritenuta la priorità del sistema della procedura di gara della SUA regionale rispetto a quella della CONSIP.
  • REGOLAMENTO SULL'ATTIVITÀ DI VIGILANZA COLLABORATIVA
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    È stato pubbblicato il nuovo regolamento sull'attività di vigilanza collaborativa dell'anac.
  • REFERENZE BANCARIE - DEFINIZIONE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Le referenze bancarie devono riferire sulla qualità dei rapporti in atto con le società, per le quali le referenze sono richieste, quali la correttezza e la puntualità di queste nell'adempimento degli impegni assunti con l'istituto, l'assenza di situazioni passive con lo stesso istituto o con altri soggetti, sempre che tali situazioni siano desumibili dai movimenti bancari o da altre informazioni in loro possesso.
Pagina: 1 di 8

Quesiti di giugno 2017

  • Calcolo costo manodopera nei servizi sotto 40.000 euro e di natura intellettuale
     
    Si chiede se con riferimento agli affidamenti di importo inferiore ad € 40.000 per i quali si proceda tramite indagine di mercato ovvero per i servizi di natura intellettuale per i quali non risultano applicabili le tariffe professionali (es. erogazione di corsi di formazione), sussista o meno l'obbligo per la Stazione Appaltante di individuare nei documenti posti a base di gara i costi della manodopera. In caso di risposta affermativa, quale parametro può essere utilizzato? Grazie
  •  
    Con riferimento ad un contratto di appalto di manutenzione ordinaria di lavori, formalizzato in vigenza del previdente Codice dei contratti, si chiede un conforto, in primo luogo, in merito alla corretta applicazione del RD 2440/23 art. 11 (abrogato dal DLGS 50/16), laddove necessiti un'estensione del contratto (sesto quinto). La natura dell'appalto (manut. ordinaria PRIVA quindi di progettazione a monte) si ritiene renda di fatto inapplicabile il regime delle varianti, sorge però la difficoltà di gestire il CIG laddove l'estensione del quinto non sia stata originariamente prevista nella determinazione del valore della gara; è pensabile l'acquisizione di un nuovo CIG a fronte della suesposta esigenza? altre soluzioni possibili? GRAZIE
  • Doverosa verifica possesso requisiti generali
     
    Nei casi di affidamenti diretti a un operatore economico che detiene l'esclusiva su un prodotto, si chiede se è necessario procedere alla verifica dei requisiti generali ex art. 80 d.lgs 50/2016, considerato che non sarebbe possibile rivolgersi ad altro fornitore, risultando pertanto la verifica del tutto pleonastica. Si ringrazia anticipatamente e si porgono cordiali saluti.
  • Certificazione di qualità quale criterio di valutazione dell'offerta - possesso in ipotesi di raggruppamento temporaneo di imprese
     
    Il bando assegna con modalità on/off un punteggio di 5 punti (non sono previsti punteggi intermedi) per il possesso di una certificazione. Partecipa un ATI e solo la mandataria è in possesso della certificazione. Il quesito riguarda l'assegnazione o meno del punteggio all'ATI. La situazione è la medesima (anche con riferimento ai termini usati dal bando) di quella riportata da Consiglio di Stato, IV, 05/03/2015, n. 1123 (la lex specialis non prevede nulla) In senso contrario abbiamo trovato il Parere ANAC 63/2012 e Consiglio di Stato n. 5884 del 09/12/2013. Vorremmo conoscere il vostro parere in merito. Grazie
  • Incentivi per le funzioni tecniche - ripartizione
     
    Questo Ente intende nominare la figura del direttore per l'esecuzione di un servizio; vista la sua complessità, intende costituire un ufficio di direzione per l'esecuzione con n.1 collaboratore. Se il regolamento comunale di cui all'art. 113, D.Lgs 50/2016 prevede che venga corrisposto l'incentivo a tutti i facenti parte il gruppo di lavoro, possono essere riconosciute le somma pari al 15% e 15% dell'80% del 2% alle due figure? o la nomina del direttore esclude il compenso del collaboratore?
  • Affidamento verifica vulnerabilità tecnica - contratto di appalto
     
    Volendo eventualmente affidare le verifiche di vulnerabilità sismica sugli edifici pubblici ad un dipartimento universitario si chiede se si configuri possibile un affidamento quale servizio di architettura ed ingegneria posto che l'ente in questione rientri tra le figure previste all'art. 46 del D. lgs. 50/2016, oppure, essendo ente di studio e ricerca tale attività si configuri come pura consulenza.
  • Sulla legittimità del divieto di subappalto
     
    Alla luce del correttivo al codice dei contratti pubblici volevamo sapere se è consentito alla stazione appaltante non ammettere il subappalto.
Pagina: 1 di 1