headerphoto

Novità sugli appalti di agosto 2016

  • RISARCIMENTO DEL DANNO ANCHE SE GARANZIA PROVVISORIA NON RICHIESTA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il principio generale sulla risarcibilità del danno si applica pur se il bando non abbia richiesto il versamento della cauzione provvisoria o la presentazione della polizza fideiussoria.
  • PROPOSTA LINEE GUIDA ATTUATIVE DEL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI E DELLE CONCESSIONI - PROCEDURA NEGOZIATE SENZA PUBBLICAZIONE BANDO (63)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE PROGETTAZIONI
    Proposta di linee guida per il ricorso a procedure negoziate senza previa pubblicazione di un bando nel caso di forniture e servizi ritenuti infungibili.
  • AFFIDAMENTO SERVIZI SOCIALI – OBBLIGHI DI AGGREGAZIONE E CENTRALIZZAZIONE – PERIODO TRANSITORIO (37)
    PRASSI 
    SERVIZI
    Fino all’adozione del Dpcm, le stazioni appaltanti iscritte all’Anagrafe Unica delle Stazioni Appaltanti (AUSA), tenuta da ANAC, possono operare come centrali di committenza in forma di aggregazione di comuni non capoluogo di provincia.
  • PROCEDURA NEGOZIATA PER AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA - PRINCIPIO DI ROTAZIONE – ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA DELL’AGGIUDICATARIO DEL PRECEDENTE CONTRATTO (36.2.b - 80)
    PRASSI 
    FORNITURE SERVIZI
    L’applicazione del criterio di rotazione nella procedura negoziata per gli affidamenti di servizi e forniture di valore inferiore alla soglia comunitaria consente all’amministrazione aggiudicatrice di non invitare l’operatore economico affidatario del precedente contratto.
  • INFORMATIVA ANTIMAFIA - PRINCIPI DESUMIBILI DALLA NORMATIVA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La ratio dell'istituto dell’interdittiva antimafia, è volta alla salvaguardia dell'ordine pubblico economico, della libera concorrenza tra le imprese e del buon andamento della pubblica Amministrazione e presuppone "concreti elementi da cui risulti che l'attività d'impresa possa, anche in modo indiretto, agevolare le attività criminose o esserne in qualche modo condizionata".
  • VERIFICA ANOMALIA - GIUDIZIO GLOBALE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La verifica dell'anomalia non mira ad individuare specifiche e singole inesattezze nella sua formulazione, mirando piuttosto ad accertare in concreto che l’offerta economica risulti nel suo complesso attendibile.
  • LA REGOLARITA' CONTRIBUTIVA DEVE SUSSISTERE AL MOMENTO DI DEPOSITO DELL'OFFERTA E PERMANERE PER TUTTA LA DURATA DEL RAPPORTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’impresa deve essere in regola con l’assolvimento degli obblighi previdenziali fin dal momento di presentazione dell’offerta e conservare tale stato per tutta la durata della procedura di aggiudicazione e del rapporto con la stazione appaltante. Non rileva la regolarizzazione concessa dall'ente previdenziale.
  • RINUNCIA ALL'APPALTO - LEGITTIMA L'ESCUSSIONE DELLA GARANZIA PROVVISORIA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Legittima l'escussione della garanzia provvisoria quando l'operatore economico comunichi di volere rinunciare all’appalto, imponendo all’amministrazione di rivalutare i presupposti di convenienza sottesi alla stipula del contratto.
  • PREDETERMINAZIONE ONERI DI SICUREZZA AZIENDALI DA PARTE DELLA SA - ADEGUAMENTO DELL'OPERATORE ECONOMICO NON COMPORTA FALSITA' DICHIARAZIONE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Laddove l'impresa dichiara di sopportare costi per la sicurezza nella stessa misura di quelli indicati in via presuntiva dalla lex specialis, la detta conformità non può tradursi in una falsa o mancata dichiarazione.
  • IL TERMINE PER LA STIPULA DEL CONTRATTO NON HA NATURA PERENTORIA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il termine di sessanta giorni per la stipula del contratto non ha natura perentoria e alla sua inosservanza non può farsi risalire un’ipotesi di responsabilità precontrattuale ex lege della pubblica amministrazione.
Pagina: 1 di 9

Quesiti di agosto 2016

  • RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
     
    Con riferimento al vecchio art. 125 c. 8 D. lgs. 163/2006 per il quale l'affidamento mediante cottimo fiduciario avviene nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento, previa consultazione di almeno cinque operatori economici, se sussistono in tale numero soggetti idonei, individuati sulla base di indagini di mercato ovvero tramite elenchi di operatori economici predisposti dalla stazione appaltante. Per lavori di importo inferiore a quarantamila euro è consentito l'affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento,. Si richiede se l'invito dell'operatore economico uscente era comunque ritenuta una scelta possibile e regolare.
  • INVIO COMUNICAZIONE ART. 79 DELLA AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA INEFFICACE
     
    Gara tradizionale che prevede l'inoltro dell'offerta in busta chiusa e sigillata tramite Raccomandata, Corriere ovvero consegna a mano. Il concorrente invia tutta la documentazione tramite PEC. A nostro avviso è doverosa l'esclusione.
  • INCARICO PROFESSIONALE PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA, COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA E DIREZIONE DEI LAVORI
     
    Incentivi per funzioni tecniche di cui all'art. 113 del D. Lgs. 50/2016. in sintesi: le PA destinano un apposito fondo sull'importo dei lavori a base di gara per le funzioni tecniche .... l'80% del fondo è ripartito per ciascuna opera o lavoro, servizio, fornitura... domanda: la ripartizione del fondo avviene per i lavori, beni e servizi di quel determinato lavoro? oppure la ripartizione vale per tutti i beni e per tutti i servizi, anche non attinenti quel lavoro? es. fornitura di siringhe: il fondo costituito ai sensi del c. 2 viene ripartito anche per questa fornitura (e quindi viene destinato anche ai dipendenti che si occupano di questa procedura)?
  • MANCATA QUANTIFICAZIONE DELLE PENALI
     
    Il Cons. Stato, V, 27 luglio 2016, n. 3402: La stazione appaltante, in relazione agli appalti di cui al ricordato allegato II B, poteva legittimamente scegliere di non richiedere alcun requisito minimo di capacità economico-finanziaria ... Ho sempre ritenuto che per servizi (indipendentemente da allegato IIA o IIB)e forniture fosse di competenza esclusiva del RUP la scelta di quali requisiti di carattere speciale richiedere: se sono solo tecnici, solo economici finanziari, entrambi o addirittura nessuno. A questo punto alla luce della sentenza che però è relativa ad un servizio escluso mi chiedo se con riferimento al D.Lgs. 50/2016 possa effettivamente essere prerogativa del RUP la scelta di quali requisti di carattere speciale richiedere (fermo restando il rispetto dei principi) Grazie
  • REQUISITI PER LA PROGETTAZIONE
     
    On./le Esperto, si chiede se a Vostro avviso un soggetto assunto nella pubblica Amministrazione con qualifica di esecutore amministrativo categoria b1, può essere nominato, nelle procedure ad evidenza pubblica per la realizzazione di lavori servizi e forniture, SUPPORTO al RUP, pur essendo in possesso di diploma di laurea in informatica.
  • AFFIDAMENTO SERVIZI SOCIALI ALLE COOPERATIVE SOCIALI
     
    In riferimento all’art. 143 lettera d) del D.Lgs.50/2016, dovendo questo ente provvedere all’affidamento di un servizio educativo con invito riservato alle Cooperative sociali di tipo A: 1) non è possibile invitare alla procedura negoziata la Cooperativa sociale attualmente affidataria del servizio? Nell’ambito invece di procedura negoziata con Cooperative sociali di tipo B (per l’affidamento del servizio di pulizia degli immobili): 2) e’ possibile invitare alla procedura anche la Cooperativa sociale attualmente affidataria? E ancora, nello spirito del principio di rotazione degli operatori economici : 3) e’ possibile invitare le Cooperative di tipo B già interpellate nella precedente selezione che non sono risultate aggiudicatarie? (nel caso di procedura negoziata da esperirsi tramite MEPA);  4) nel caso invece di avviso pubblico di preinformazione per reperire le Cooperative sociali di tipo B da invitare , può essere presa in considerazione la richiesta di partecipazione pervenuta dall’attuale aggiudicatario?
Pagina: 1 di 1