headerphoto

Novità sugli appalti di settembre 2017

  • SOCIETÀ IN HOUSE - ASSUNZIONE DI PERSONALE DIPENDENTE - GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Viene confermata la sussistenza della giurisdizione del giudice ordinario in materia di controversie relative alle procedure di assunzione di personale alle dipendenze di società c.D. In house providing.
  • CONSIGLIO REGIONALE - REGIME DI PROROGATIO - PIANO REGIONALE DI GESTIONE RIFIUTI
    GIURISPRUDENZA 
    SERVIZI
    Il consiglio regionale, pur durante il regime di prorogatio, può legittimamente adottare il piano regionale di gestione rifiuti, costituente adempimento di impegni derivanti dall’appartenenza all’unione europea.
  • ASSENZA SITUAZIONE DI CONTROLLO E/O RELAZIONE DI FATTO TRA CONCORRENTI - INDICI PRESUNTIVI - RAPPORTI PARENTELA FRA AMMINISTRATORI, CIRCOSTANZE DI TEMPO E LUOGO DI SPEDIZIONE DELLE DOMANDE PARTECIPAZIONE (80)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Ben possono costituire indici presuntivi della sussistenza di un collegamento di fatto i rapporti di parentela fra amministratori delle società, nonché le circostanze di tempo e di luogo di spedizione delle domande di partecipazione e gli elementi formali connotanti i documenti di gara.
  • APPALTI DI SERVIZI - RICHIESTA DI SPECIFICI REQUISITI IDONEI A COMPROVARE LA CAPACITÀ TECNICA O PROFESSIONALE - FACOLTÀ E NON OBBLIGO (83.6)
    GIURISPRUDENZA 
    SERVIZI
    Negli appalti di servizi, costituisce una facoltà e non un obbligo per le stazioni appaltanti richiedere agli operatori che partecipano alla gara specifici requisiti idonei a comprovare le loro capacità tecniche o professionali.
  • CRITERI DI AGGIUDICAZIONE DELL'APPALTO - RAPPORTO TRA TERZO E QUARTO COMMA DELL'ART. 95 (95.3 - 95.4)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Ove ricorrano le fattispecie di cui al terzo comma dell'art. 95 vi è l'obbligo di adozione del criterio dell’o.E.P.V., senza ammissione di deroga alcuna.
  • CRITERI AMBIENTALI MINIMI ILLUMINAZIONE PUBBLICA
    NORMATIVA 
    AMBIENTE
    Pubblicati i criteri ambientali minimi per l'acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l'acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l'affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica, in vigore dal 19 ottobre 2017.
  • DICHIARAZIONE TERNA DEI SUBAPPALTATORI – SOCCORSO ISTRUTTORIO – DICHIARAZIONE DI ESEGUIRE IN PROPRIO – LEGITTIMITÀ (83.9 - 105.6)
    PRASSI 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    É legittimo il ricorso al soccorso istruttorio al fine di richiedere l’integrazione della dichiarazione di subappalto carente dei nominativi della terna dei subappaltatori; é illegittima l’esclusione dalla procedura del concorrente, in possesso dei requisiti di partecipazione, che in sede di soccorso istruttorio ha dichiarato di rinunciare al subappalto e di voler eseguire la prestazione in proprio.
  • AFFIDABILITÀ PROFESSIONALE - CONDOTTE ANTERIORI ALL’ESECUZIONE DEL RAPPORTO CONTRATTUALE QUALI IPOTESI RIVELATRICI DELLA SCARSA AFFIDABILITÀ PROFESSIONALE DELL’IMPRESA (80.5.C)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    L’art. 80, comma 5, lett. C), del d.Lgs. N. 50 del 2016 prevede l’esclusione dalla gara allorché la “stazione appaltante dimostri con mezzi adeguati che l’operatore economico si è reso colpevole di gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la sua integrità o affidabilità. Il legislatore ha esteso alle condotte anteriori all’esecuzione del rapporto contrattuale - si tratti della stessa o di altre gare - le ipotesi rivelatrici della scarsa affidabilità professionale dell’impresa, ed ha conseguentemente accresciuto le informazioni che il concorrente deve fornire in sede di partecipazione alla selezione.
  • DIVIETO DI ETEROINTEGRAZIONE DEI BANDI DI GARA ANCHE IN CASO DI NORME SOPRAVVENUTE
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La sopravvenienza della norma nel corso della gara non costituisce motivo per eterointegrare il bando di gara ex art. 1339 c.C.
  • POSSESSO DEL PASSOE - MANCATA PRODUZIONE - SANABILITÀ - SOCCORSO ISTRUTTORIO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La mancata produzione del passoe integra solo una mera carenza documentale e non anche un'ipotesi di irregolarità essenziale, pertanto può essere prodotto in un momento successivo a seguito di “soccorso istruttorio”.
Pagina: 1 di 7

Quesiti di settembre 2017

  • Indicazione costi manodopera nella offerta
     
    Ai sensi dell'art. 95 comma 10 del D.Lgs 50 e ss.mm.ii, gli operatori economici sono tenuti ad indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro in caso di forniture senza posa in opera? cordiali saluti felice petrella
  • Determina a contrarre in forma semplificata
     
    In merito alla formulazione prevista all'art. 32 c. 2 D. Lgs. 50/2016 cosiddetta “determina a contrarre semplificata” volevamo sapere se può essere utilizzata per qualsiasi tipologia di affidamento sotto i 40.000 euro anche se non riguarda ordini diretti di acquisto su MEPA ma affidamenti diretti su sistemi telematici di acquisto .
  • Calcolo anomalia
     
    In caso di gara da aggiudicarsi con il criterio del minor prezzo e con esclusione automatica delle offerte anomale, nel caso in cui le offerte ammesse siano in numero inferiore a dieci si applica eventualmente in caso di elementi specifici delle offerte l'art. 97, co. 6 o , a vostro avviso, è comunque necessario, nel caso in cui le offerte siano ammesse in numero pari o superiore a 5, procedere alla determinazione della soglia di anomalia mediante ricorso ai metodi di cui al comma 2 ? Grazie
  • AFFIDAMENTI DI IMPORTO INFERIORE A 40.000 EURO - NO INDICAZIONE ONERI SICUREZZA AZIENDALI
     
    In un appalto di lavori a procedura negoziata per l'importo complessivo di € 26.000 la S.A. ha tra l'altro indicato quanto segue:" che ai sensi dell'art.95 comma 10 del D.Lgs. 50/2016 modificato dal decreto correttivo n°56 del 2017 l'operatore economico non deve più indicare gli oneri di sicurezza aziendali nell'offerta per procedure di importo inferiore a 40.000,00 euro. Mi confermate quanto sostenuto dalla S.A.? Grazie.-
  • Sios - lavorazione scorporabile - conseguenze
     
    Il correttivo ha aggiunto all'art. 3 del Codice la lett. Oo-ter), in merito alla definizione di lavorazioni scorporabili. Leggendo tale norma in combinato disposto con l'art. 89, comma 11 mi sorgono alcuni dubbi sul contenuto: soluzione 1 = le lavorazioni/categorie sioss ( elencate nel DM 248/2016) sono scorporabili solo se di importo sup. al 10%? oppure soluzione 2= le lavorazioni/categorie sioss ( elencate nel DM 248/2016) sono scorporabili anche se di importo inferiore al 10% e la circostanza che siano di importo inferiore al 10% (art. 89, comma 11) sta a significare che per queste non vale il divieto di avvalimento. Pertanto, il parametro, indicato dall'art. 89, comma 11, dell'importo superiore al 10% stabisce non la scorporabilità ma che se la lavorazione/categoria sioss è superiore al 10% vige il divieto di avvalimento, e se inferiore al 10% non vige il divieto di avvalimento ma è in ogni caso scorporabile Grazie per il riscontro
Pagina: 1 di 1