headerphoto

Novità sugli appalti ULTIMI 30 GIORNI

  • OBBLIGO INDICAZIONE IN OFFERTA COSTI MANODOPERA E ONERI DI SICUREZZA - MANCATA INDICAZIONE - NO SOCCORSO ISTRUTTORIO (95.10)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Nell'offerta devono essere necessariamente indicati sia i costi di manodopera che gli oneri di sicurezza e ciò indipendentemente dalle previsioni contenute nella documentazione di gara. In caso di mancata indicazione non potrà essere concesso il soccorso istruttorio.
  • MANCATA INDICAZIONE ONERI DI SICUREZZA NELL'OFFERTA - NO SOCCORSO ISTRUTTORIO (95.10)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La mancata indicazione nell'offerta degli oneri di sicurezza porta alla esclusione dell'offerente non potendo essere concesso il soccorso istruttorio.
  • TASSATIVITA' CAUSE DI ESCLUSIONE - MANCATA PREVISIONE BANDO - ILLEGITTIMITÀ PROVVEDIMENTO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    Il tardivo deposito dei bilanci non può assurgere a legittima causa di esclusione dalla gara se la tempestività del deposito non venga prevista nella documentazione di gara.
  • OEPV - PUNTEGGIO OPERE AGGIUNTIVE - NON SI APPLICA AI SERVIZI (95.14.BIS)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La formulazione letterale della norma, che parla di “opere” (aggiuntive) e di “progetto esecutivo” (posto a base di gara), porta quindi a concludere, condividendo l’arresto del collegio veneto, che la limitazione di cui al comma 14-bis dell’articolo 95 del codice, sia applicabile esclusivamente agli appalti di lavori.
  • ONERI DI SICUREZZA - OBBLIGO DI INDICARE NELL’OFFERTA TECNICA GLI ONERI DI SICUREZZA – OMISSIONE - NO SOCCORSO ISTRUTTORIO (95.10 – 83.9)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La precedente normativa è stata superata proprio dal nuovo codice dei contratti pubblici il quale, col valore di norma primaria, ha innovato il diritto vigente, prevedendo espressamente l’obbligo di indicare già nell’offerta tecnica gli oneri di scurezza, al contempo precludendo, con l'art. 83, comma 9, il soccorso istruttorio con riguardo all'offerta economica e tecnica.
  • CARENZA DOCUMENTALE CHE AVREBBE IMPOSTO SOCCORSO ISTRUTTORIO – SOCCORSO ISTRUTTORIO PROCESSUALE – È SUFFICIENTE DEDUZIONE DIFENSIVA DELL’INTERESSATO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    La giurisprudenza ha ammesso il soccorso istruttorio anche in fase processuale, chiarendo che l’istituto opera laddove la parte interessata dimostri in giudizio di disporre del requisito di partecipazione fin dal primo momento, ovvero dal momento in cui ha prodotto la dichiarazione irregolare.
  • CONTRATTO MISTO - LIMITE SUBAPPALTO - VA RISPETTATO PER CIASCUNA PRESTAZIONE (28 - 105)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    L’art. 28 non vieta il subappalto, ma, esigendo il possesso della qualifica per ogni tipologia di prestazioni, implica che per partecipare alla gara (appalto misto) il concorrente sia in grado di svolgere in proprio almeno la quota non subappaltabile di ciascuna delle prestazioni medesime
  • REQUISITI SPECIALI - CAPACITÀ ECONOMICA - REFERENZE BANCARIE INIDONEE/NON CONFORMI A DISCIPLINA GARA- NO SOCCORSO ISTRUTTORIO
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI PROGETTAZIONI
    Nel caso in cui il concorrente ometta di produrre le idonee referenze bancarie richieste dalla documentazione di gara, rileva l’omessa allegazione, sotto un profilo sostanziale, di un documento previsto a pena di esclusione e non un’irregolarità sanabile, con la conseguenza che non risulta possibile far ricorso al cosiddetto “soccorso istruttorio”, non trattandosi di rimediare a vizi puramente formali.
  • CRITERI DI VALUTAZIONE – OMESSA INDICAZIONE SUB-PUNTEGGI PER CIASCUN SUB- CRITERIO - VIOLAZIONE DIRITTO DI DIFESA
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La stazione appaltante deve specificare per ogni sub-criterio il sub-punteggio attribuito e non limitarsi alla attribuzione del punteggio per il solo macro-criterio, altrimenti verificandosi un difetto di diritto di difesa dell'interessato.
  • VERIFICA FACOLTATIVA DELLA CONGRUITÀ DELL’OFFERTA - DISCREZIONALITÀ (97.6)
    GIURISPRUDENZA 
    LAVORI FORNITURE SERVIZI
    La scelta se procedere a verifica facoltativa della congruità dell’offerta viene rimessa alla discrezionalità della stazione appaltante che potrà decidere senza addurre una particolare motivazione.
Pagina: 1 di 2

Quesiti ULTIMI 30 GIORNI

  • Certificato esecuzione lavori - consorzio
     
    Buongiorno, nel caso di aggiudicazione di un'appalto di lavori ad un consorzio che ha designato una consorziata esecutrice al 100% , il CEL a chi deve essere riferito? Consorzio o consorziata esecutrice? Grazie
  • Affidamento servizi legali - appalti esclusi
     
    La procedura per l'affidamento dei servizi legali che siano riferiti alla rappresentanza e difesa in giudizio , devono seguire gli obblighi di utilizzo di strumenti di acquisto e di negoziazione anche telematici così come indicato all'art. 37 d.lgs. 50/2016.
  • Verifica di anomalia negli affidamenti sotto soglia comunitaria
     
    Oggetto: D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. "Verifica della congruità delle offerte, di cui all'art. 97, in caso di affidamento - esecuzione lavori, servizi e forniture secondo art. 36, comma 2a), previa consultazione di più operatori economici" Spett.le Sific In considerazione della prassi adottata dal RUP della scrivente stazione appaltante di procedere all'affidamento diretto di lavori, servizi e forniture secondo l'articolo art. 36, comma 2a), del D.Lgs. N. 50/2016 e s.m.i., previa consultazione di più operatori economici, sorge il dubbio di dovere applicare, in caso di consultazioni di un numero maggiore di cinque O.E., l'art. 97 del D.Lgs. stesso. Si richiede Vostro autorevole parere in merito. Ringraziando si porgono distinti saluti.
  • Programmazione acquisti di beni e di servizi
     
    Gentile Esperto, Quali sono gli elementi da inserire nel quadro economico di un servizio o di una fornitura ai fini della programmazione biennale ex art. 21 del Codice? In particolare, vanno inseriti, se si intendono considerare nel valore dell'appalto ai sensi dell'art. 35 del Codice - l'opzione di rinnovo - le opzioni di proroga tecnica - la previsione del sesto quinto? E vanno inseriti - l'IVA - gli incentivi tecnici - il costo delle commissioni giudicatrici? Grazie e cordiali saluti
  • Verifica possesso requisiti generali - terzo comma art. 80
     
    Si chiede un chiarimento in merito al controllo requisiti ex art. 80 del D.lgs 50/2016 e s.m.i.. L’art. 80, comma 3, del Codice individua i soggetti nei cui confronti opera la causa di esclusione prevista dal comma 1 del medesimo articolo e cioè, tra l’altro, nei confronti “…dei soggetti muniti di poteri di rappresentanza di direzione o di controllo…”. Col quesito si vorrebbe chiarire come occorre procedere per il controllo requisiti di cui all’art. 80 comma 1 e art. 80 comma 2, primo periodo, quando, in caso di una S.P.A il soggetto controllante sia un’altra S.P.A. Occorre procedere al controllo dei soggetti che hanno il potere di rappresentanza, di direzione o di controllo della S.P.A. controllante, o, trattandosi di soggetto giuridico distinto dall’operatore economico concorrente cui vanno riferite le cause di esclusione, la verifica non deve essere condotta?
  • contratto misto - qualifica direttore lavori
     
    Si chiede la cortesia, se possibile di una risposta la più celere possibile. Gara di fornitura con posa di opera di un'attrezzatura. La componente della fornitura è largamente preponderante rispetto ai lavori che sono accessori e pertanto il RUP non è un tecnico. Ai sensi dell'articolo 89, comma 1, lett. c) del D.Lgs. 81/2008 il responsabile dei lavori è il responsabile del procedimento. Si chiede se a parer vostro c'è qualche problematica sottesa al fatto che il RUP non sia un tecnico. Grazie.
Pagina: 1 di 1